Mostra Natalia Goncharova tra Gauguin, Matisse e Picasso - Firenze

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 19/08/2019 Aggiornato il 19/08/2019
Dal al
Firenze (FI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Toscana
Luogo: Palazzo Strozzi, piazza degli Strozzi
Telefono: 055/2645155
Orari di apertura: 10-20 tutti i giorni; giovedì 10-23
Costo: 13 euro; ridotto 10 euro
Dove acquistare: www.palazzostrozzi.org
Sito web: www.palazzostrozzi.org
Organizzatore: Fondazione Palazzo Strozzi e Tate Modern, Londra
Note:
La grande mostra dedicata a Natalia Goncharova (Governatorato di Tula 1881-Parigi 1962) propone uno straordinario confronto tra la produzione poliedrica dell'artista russa e capolavori di celebri artisti che sono stati per lei punti di riferimento, o diretto confronto, per il proprio percorso creativo come Paul Gauguin, Henri Matisse, Pablo Picasso, Giacomo Balla, Umberto Boccioni.

L'esposizione, promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e Tate Modern, Londra con la collaborazione dell’Ateneum Art Museum, Helsinki, è curata da Ludovica Sebregondi, Fondazione Palazzo Strozzi e Matthew Gale, Head of Displays, Natalia Sidilina, Curator, International Art, Tate Modern.

Il percorso ospita oltre 130 opere, in prestito da importanti collezioni e istituti internazionali: da musei russi quali la Galleria Tretyakov, “erede morale” della memoria e delle opere dell’artista, e il Museo Statale Russo di San Pietroburgo, e dalle collezioni della Tate, della National Gallery e del Victoria and Albert Museum di Londra.
Filmati d’epoca accompagnano le opere permettendo un’immersione nel mondo e nell’epoca dell’artista: nella vita rurale e urbana russa prima della Rivoluzione, nella religiosità ortodossa e nell’affascinante ambiente dei Ballets Russes di Diaghilev di cui Natalia è stata protagonista.

In una sorta di viaggio tra Mosca e Parigi, la mostra permette di raccontare la straordinaria vivacità di un’artista originale e pioneristica, trasgressiva, prima artista donna dell’Avanguardia russa.



Natalia Goncharova tra Gauguin, Matisse e Picasso
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com