Mostra Il mondo che non c’era. L’arte precolombiana nella collezione Ligabue - Rovereto

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 26/10/2016 Aggiornato il 26/10/2016

I capolavori della Collezione Ligabue accompagnano in un grande viaggio nelle civiltà precolombiane: vita, costumi e cosmogonie delle culture Meso e Sudamericane prima di Colombo vengono raccontati da 200 opere d'arte, espressione delle grandi civiltà della cosiddetta Mesoamerica (gran parte del Messico, Guatemala, Belize, una parte dell’Honduras e del Salvador) e il territorio di Panama. Dagli Olmechi ai Maya, dagli Aztechi ai Coclé. La mostra racconta le Ande (Colombia, Ecuador, Perù e Bolivia, fino a Cile e Argentina), dalla cultura Chavin, a Tiahuanaco e Moche, fino agli Inca. Attraverso le opere d'arte si  arriva a scoprire le società, i miti, le divinità, i giochi, le scritture, le capacità tecniche e artistiche di quei popoli. A quasi due anni dalla sua scomparsa, questa esposizione vuole essere anche un omaggio alla figura di Giancarlo Ligabue (1931- 2015) - paleontologo, studioso di archeologia e antropologia, esploratore, imprenditore illuminato, appassionato collezionista - da parte del figlio Inti che, con la  “Fondazione Giancarlo Ligabue” da lui creata, continua l’impegno nell’attività culturale, nella ricerca scientifica e nella divulgazione, dopo l’esperienza del Centro Studi e Ricerche fondato oltre 40 anni fa dal padre.

Dall' al
Rovereto (TN)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Trentino Alto Adige
Luogo: Palazzo Alberti Poja, corso Angelo Bettini 41
Telefono: 0464/452800; Sito: www.ilmondochenoncera.it
Orari di apertura: 9-12; 15-18. Lunedì chiuso
Costo: 5 euro; ridotto 3 euro
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com