Mostra Mollette da bucato - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 09/10/2017 Aggiornato il 09/10/2017

Un oggetto semplice come quello della molletta da bucato viene presentato in diverse variazioni formali e funzionali, poiché ogni epoca e civiltà ha prodotto varianti molto differenti per rispondere alla funzione di "pinzare" gli indumenti al classico filo del bucato. La mostra, a cura di Giulio Iacchetti con Paolo Garberoglio e Elisa Testori, propone una serie di esemplari di mollette per restituire l'idea che la risposta del progettista nella storia e in diversi paesi del mondo non è standardizzata e uniforme. In esposizione una selezione di pezzi che va dalla prima molletta in legno inventata da David M. Smith nel 1853 a sviluppi più elaborati non solo nella soluzione morfologica, ma anche in quella funzionale, come la molletta progettata dalla coppia brasiliana Marcela Albuquerque e Taciana Silva espressamente dedicata ai costumi da bagno, o la "Flipper" progettata da Paolo Garberoglio e Maurizio Carrara che risolve in modo definitivo il problema di mantenere appaiati i calzini sia in fase di lavaggio che di asciugatura. 

Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Lombardia
Luogo: Triennale Design Museum, viale Alemagna 6
Telefono: 02/724341; Sito: www.triennale.org
Orari di apertura: 10,30-20,30. Lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com