Mostra Mollette da bucato - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 09/10/2017 Aggiornato il 09/10/2017

Un oggetto semplice come quello della molletta da bucato viene presentato in diverse variazioni formali e funzionali, poiché ogni epoca e civiltà ha prodotto varianti molto differenti per rispondere alla funzione di "pinzare" gli indumenti al classico filo del bucato. La mostra, a cura di Giulio Iacchetti con Paolo Garberoglio e Elisa Testori, propone una serie di esemplari di mollette per restituire l'idea che la risposta del progettista nella storia e in diversi paesi del mondo non è standardizzata e uniforme. In esposizione una selezione di pezzi che va dalla prima molletta in legno inventata da David M. Smith nel 1853 a sviluppi più elaborati non solo nella soluzione morfologica, ma anche in quella funzionale, come la molletta progettata dalla coppia brasiliana Marcela Albuquerque e Taciana Silva espressamente dedicata ai costumi da bagno, o la "Flipper" progettata da Paolo Garberoglio e Maurizio Carrara che risolve in modo definitivo il problema di mantenere appaiati i calzini sia in fase di lavaggio che di asciugatura. 

Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Lombardia
Luogo: Triennale Design Museum, viale Alemagna 6
Telefono: 02/724341; Sito: www.triennale.org
Orari di apertura: 10,30-20,30. Lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com