Mostra Mercanteinfiera - Parma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 25/02/2019 Aggiornato il 25/02/2019
Dal al
Parma (PR)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Fiere di Parma, viale delle Esposizioni 393/A
Telefono: 0521/9961
Orari di apertura: 10-19
Costo: 10 euro; 7 euro giornaliero architetti con tesserino
Dove acquistare: www.fiereparma.it
Sito web: www.fiereparma.it
Organizzatore: Fiere di Parma S.p.A.
Note:
Ritorna l'appuntamento con la manifestazione internazionale Mercanteinfiera e i suoi indiscussi marchi di fabbrica: antiquariato, modernariato, design e collezionismo vintage. Le proposte dei 1000 espositori che saranno presenti vanno dai mobili del ‘700 di epoca napoleonica, a statue sumere uniche risalenti al IV millennio a.C. come l’idolo ad occhioni proveniente dal tempio di Tell-Brak; dai monetieri inglesi seicenteschi, alle console toscane con marmi della breccia di Stazzema (cava di marmo medicea destinata solo ai nobili). Tra i quadri si va dai fiamminghi a Guareschi, il maestro dei fiori, a De Nittis, Bocchi o Boldini. Cinque secoli di storia per approdare agli oggetti del design più noti, quelli di Gio Ponti, Joe Colombo, e Franco Albini giusto per citarne alcuni.
Non manca poi la sezione dedicata alla moda vintage, dove non è raro trovare le “Marlene”, le scarpe in piuma di Jimmy Choo rese celebri da Carrie Bradshow in Sex and the City, i collier di Larry Vrba celebre firma delle sfilate di Victoria’s Secret, le famose mini-bag di Morris Moskowiz o i coloratissimi abiti da sera firmati Versace, LV Hermés Chanel a parte. Ampia anche la sezione dedicata all’orologeria com Rolex, Audemars Piguet, Vacheron Constantin, Patek Phlippe, Hublot.

La prima mostra collaterale è dedicata ai giocattoli, si intitola "Let's play: come giocavamo. Giochi e giocattoli della collezione privata di Gianni Marangoni”, un tuffo nel mondo dei ricordi, individuali e collettivi, tra bambole, soldatini e trenini.

La seconda mostra collaterale in programma, dal titolo “Storie della città di Luna. Frammenti di vita all’ombra di Roma”, racconta storie liguri. Realizzata in collaborazione con il Polo museale della Liguria, la mostra è un viaggio nell’antica città di Luna (oggi Luni) nata nel 177 a.C come avamposto militare romano grazie al console Marco Emilio Lepido (uno dei triunviri cui si deve la Via Emilia). Disegni inediti realizzati da Carlo Promis nel 1857 sugli scavi condotti sul sito a partire dal 1800, faranno da sfondo, negli spazi di Fiere di Parma, a materiali archeologici, bronzi, formelle di età augustea, come ad esempio la testa di Marte. Opere importanti ma ad oggi sconosciute al grande pubblico perchè collocate nei depositi del Museo di Luni.
Mercanteinfiera
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com