Mostra Meraviglie e Paradossi. Il design dello stupore - Napoli

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 07/11/2016 Aggiornato il 07/11/2016

In mostra sei grandi busti posati, come la statue classiche in marmo, su bianchi piedistalli. Questi enigmatici personaggi sono realizzati assemblando piccoli oggetti di plastica appartenenti alla categoria dell’usa e getta. Andrea Barzini, regista, e Silvio Pasquarelli, architetto, grazie ad una ironica e rigorosa operazione a cavallo tra ready made e object trouvé usano flaconi, stoviglie, tappi, soldatini… come unità minime, perfettamente riconoscibili nella loro forma originaria, per costruire queste sculture. I sei busti, oltre alla componente ludica del "ready made", tendono ad indurre una riflessione critica sulla società contemporanea e i suoi voraci consumi. La meraviglia, l’immaginazione e lo stupore assumono l’aspetto di cinque personaggi iconici e allegorici: il Re Sole, la Guerra, l'Estate, Grace Jones, Donna Felicità e, in omaggio alla città di Napoli, Dà Dà Miracolo, una sorta di santo un po' stralunato che indossa una sontuosa mitria fatta con flaconi di sapone. Oltre ai personaggi, è presente in mostra una santa, La Beata che allude all’Estasi della beata Ludovica Albertoni del Bernini, l'unico oggetto che non fa parte del ciclo di busti. La mostra, a cura di Cecilia Cecchini, curatore scientifico della Fondazione Plart di Napoil, si pone l’obiettivo di divertire e appassionare lo spettatore mantenendo un approccio critico su un tema importante per la nostra società, quello dell’uso, il consumo e il riutilizzo dei materiali polimerici.

Dal al
Napoli (NA)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Campania
Luogo: Fondazione Plart, via Giuseppe Martucci 48
Telefono: Sito: www.fondazioneplart.it
Orari di apertura: 10-13; 15-18; sabato 10-13. Domenica e lunedì chiuso
Costo: 8 euro
Meraviglie e Paradossi. Il design dello stupore
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com