Mostra Massimo Dolcini. Grafica per una cittadinanza consapevole - Sondrio

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 06/07/2016 Aggiornato il 06/07/2016

La mostra, curata da Mario Piazza, con la direzione di Cristina Quadrio Curzio e Leo Guerra, consente di spaziare nell’immaginario di Dolcini e capire in profondità il suo pensiero e la sua opera. L’esposizione lo presenta nei suoi molteplici volti: grafico, progettista, fotografo, disegnatore, ceramista, imprenditore, didatta, gastronomo, operatore culturale, manager, appassionato uomo civile e artista. Senza tralasciare un aspetto più privato e personale di Dolcini rappresentato, per esempio, dai taccuini che lui stesso disegnava per le figlie, presto pubblicati per la prima volta da Corraini Edizioni.Massimo Dolcini, protagonista della storia della grafica e della comunicazione italiana, è stato, con il suo lavoro, uno dei più convinti promotori della “cittadinanza attiva”. Tutti i cittadini, nella sua visione della politica e della società, debbono sentirsi ed essere protagonisti delle scelte che li riguardano e per farlo il primo passaggio è essere informati di ciò che la Pubblica Amministrazione, nel suo caso principalmente il Comune, sta facendo. Quando nel 1971 viene incaricato della comunicazione del Comune di Pesaro, sceglie la strada dell'approccio diretto, riconoscibile con l’obiettivo è di far “parlare” le Istituzioni con i cittadini. Attraverso i suoi manifesti dal segno inconfondibile, affissi quotidianamente sui muri pesaresi per oltre vent’anni, la cittadinanza veniva informata capillarmente di ogni evento di qualche rilevanza sociale, politica, culturale, urbanistica e sanitaria.

Dal al
Sondrio (SO)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Galleria Credito Valtellinese, piazza Quadrivio 8 e MUSA, Palazzo Sasso de' Lavizzari, via Quadrio 27
Telefono: Sito: www.creval.it
Orari di apertura: 9-12; 15-18. Sabato, domenica e lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Massimo Dolcini. Grafica per una cittadinanza consapevole
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com