Mostra Luciano Ventrone. Meraviglia ed estasi - Gualdo Tadino

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 08/04/2018 Aggiornato il 08/04/2018

In esposizione le opere più recenti del Maestro Luciano Ventrone (Roma, 1942), artista colto e sensibile, che ha saputo reinventare alcuni generi della pittura contemporanea, tra i quali quello della natura morta. Fiori e frutta sono tra i soggetti più studiati, per la bellezza e plasticità delle forme di questa natura, per il fascino dei suoi colori, per la reattività delle superfici ai riflessi della luce naturale o artificiale. Il tema principale, tra frutta secca, melagrane, agrumi e rose, è il richiamo allo scorrere del tempo, alla fugacità della bellezza e dei piaceri terreni, alla inutilità dei lussi mondani, al dramma dell'incomunicabilità nella società attuale pervasa di mezzi di comunicazione. La mostra, curata da Cesare Biasini Selvaggi e Vittorio Sgarbi, promossa dal Polo Museale città di Gualdo Tadino, con il patrocinio del Comune di Gualdo Tadino e organizzata dall'Associazione Archivi Ventrone, intende invitare a guardare la realtà che ci circonda con uno sguardo nuovo.

Dal al
Gualdo Tadino (PG)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Umbria
Luogo: Chiesa Monumentale di San Francesco, corso Italia
Telefono: 075/9142445
Orari di apertura: 10-13; 15-19. Lunedì chiuso
Costo: 6 euro; ridotto 5 euro; ridotto bambini e studenti 3 euro
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com