Mostra Luciano Ventrone. Meraviglia ed estasi - Gualdo Tadino

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 08/04/2018 Aggiornato il 08/04/2018

In esposizione le opere più recenti del Maestro Luciano Ventrone (Roma, 1942), artista colto e sensibile, che ha saputo reinventare alcuni generi della pittura contemporanea, tra i quali quello della natura morta. Fiori e frutta sono tra i soggetti più studiati, per la bellezza e plasticità delle forme di questa natura, per il fascino dei suoi colori, per la reattività delle superfici ai riflessi della luce naturale o artificiale. Il tema principale, tra frutta secca, melagrane, agrumi e rose, è il richiamo allo scorrere del tempo, alla fugacità della bellezza e dei piaceri terreni, alla inutilità dei lussi mondani, al dramma dell'incomunicabilità nella società attuale pervasa di mezzi di comunicazione. La mostra, curata da Cesare Biasini Selvaggi e Vittorio Sgarbi, promossa dal Polo Museale città di Gualdo Tadino, con il patrocinio del Comune di Gualdo Tadino e organizzata dall'Associazione Archivi Ventrone, intende invitare a guardare la realtà che ci circonda con uno sguardo nuovo.

Dal al
Gualdo Tadino (PG)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Umbria
Luogo: Chiesa Monumentale di San Francesco, corso Italia
Telefono: 075/9142445
Orari di apertura: 10-13; 15-19. Lunedì chiuso
Costo: 6 euro; ridotto 5 euro; ridotto bambini e studenti 3 euro
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com