Mostra Luci in Miniera - Sassari

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 04/01/2021 Aggiornato il 04/01/2021
Dal al
Sassari (SS)
ATTENZIONE
A causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, le mostre sono perlopiù sospese su tutto il territorio nazionale, con particolare riferimento alle zone rosse e arancioni. Verificare sempre comunque con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto, quali siano le indicazioni per mostre e musei nella zona di riferimento e le eventuali modalità di accesso (prenotazioni, orari, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ).
Regione: Sardegna
Luogo: ex borgo minerario dell’Argentiera, via della Laveria 2
Telefono: 079/279111
Orari di apertura: 24 ore su 24
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.landworks.site
Organizzatore: Associazione LandWorks
Note:
Per tutto il periodo natalizio si conferma l’appuntamento con Luci in Miniera, il progetto pensato per “illuminare” l’ex borgo minerario dell’Argentiera di Sassari, uno dei maggiori esempi di archeologia industriale del Nord Sardegna, attraverso uno scenario suggestivo di luci, videoproiezioni, installazioni luminose, sonore e in realtà aumentata.

Obiettivo: coinvolgere attivamente gli abitanti e i visitatori nella realizzazione e fruizione delle opere, in un contesto dal grande valore storico-culturale-paesaggistico.

L’iniziativa, ideata dall’associazione LandWorks grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna e il sostegno del Comune di Sassari, è uno degli eventi di spicco della programmazione culturale di LandWorks Plus, il progetto di rigenerazione urbana e innovazione sociale e culturale che ha dato vita al MAR-Miniera Argentiera, il primo museo minerario a cielo aperto in realtà aumentata.

I visitatori possono fruire liberamente delle installazioni all’aperto in completa sicurezza e autonomia, grazie a una speciale mappa, per vivere un’esperienza immersiva unica alla scoperta della memoria storica e identitaria di questo affascinante luogo.

L’edizione 2020 di Luci in Miniera presenta cinque nuove installazioni luminose che vanno ad arricchire il museo open air, integrandosi con le opere già esistenti al fine di dar vita a un tour unico, fra tradizione e innovazione, all’interno della cornice stellata dell’Argentiera.

Le opere si propongono di riportare alla luce la vita del borgo e dei suoi abitanti dentro e fuori la miniera, e prevedono processi di produzione partecipata, con il coinvolgimento di artisti e professionisti, abitanti e visitatori. I partecipanti, grandi e piccoli, possono diventare co-autori e diretti protagonisti dei contenuti e delle opere fruibili al pubblico.

Partendo dalla Piazza Camillo Marchese, il percorso di Luci in Miniera si snoda attraverso i luoghi più rappresentativi della borgata e i vecchi ruderi, fra memorie di ieri e oggi della miniera, alla scoperta delle nuove installazioni:

“Albero del buio”: un albero di Natale architettonico realizzato con luci e lanterne luminose che raffigurano la storia della miniera e dei suoi protagonisti.

“Terra”: uno speciale allestimento che accoglie all’aria aperta la mostra permanente memorie ospitata all’interno del museo nell’antica laveria in legno, oggi chiuso a causa dell’emergenza sanitaria.

“Aria”: un’installazione sonora,, oltre che luminosa, permanente e itinerante, che durante la manifestazione andrà a “illuminare” i luoghi più significativi della borgata, invitando il pubblico all’ascolto e alla scoperta del luogo in un’esperienza immersiva e interattiva.
L’installazione è ideata e diretta in collaborazione con la regista Patrizia Santangeli.

“Acqua”: uno spettacolo straordinario che ogni sera illumina e arricchisce con giochi di luci l’Antica Laveria in legno, l’edificio più emblematico e rappresentativo della borgata, dove veniva “lavato” e “arricchito” il minerale estratto.

“Fuoco”: l’installazione illumina le opere di ARgentiera in Augmented Reality, l’allestimento permanente a cielo aperto che coniuga memoria storica e innovazione tecnologica realizzato in collaborazione con Bepart.
Luci in Miniera
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com