Mostra Lorenzo Bruschini. Scendeva simile alla notte - Catanzaro

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 17/10/2021 Aggiornato il 17/10/2021
Dal al
Catanzaro (CZ)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Calabria
Luogo: Complesso Monumentale del San Giovanni, corso Giuseppe Mazzini 4
Telefono: 348/7246747
Orari di apertura: 17-20,30 da martedì a domenica, mattina su prenotazione. Lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.catanzarodascoprire.it/
Organizzatore: Fondazione Andrea Cefaly
Note:
Il Complesso Monumentale del San Giovanni ospita una mostra dell'artista Lorenzo Bruschini (Frascati, 1974) ispirata al progetto d'arte Viaggio a Hierapytna, con cui l'artista vinse nel 2014 il concorso internazionale Artamari Residency-Parallel Project sull'isola di Creta (Grecia).

In esposizione oltre 80 opere fra disegni e dipinti realizzati da Lorenzo Bruschini tra il 2006 e il 2021, il libro d'artista Scendeva simile alla notte prodotto sull'isola di Creta e la video-installazione Utopia, commissionata nel 2019 dall'Accademia di Francia a Roma - Villa Medici.

Il verso dell'Iliade che dà il titolo alla mostra "Scendeva simile alla notte" e che nel poema omerico è riferito al dio Apollo, è qui rivolto anche alla figura di Dioniso, dio greco del vino e dell'ebbrezza, archetipo della vita indistruttibile secondo la celebre definizione di Károly Kérenyi.

Hierapytna è l'antico nome greco di una leggendaria città situata sulla costa sud-orientale dell'isola di Creta, le cui origini si perdono nel tempo. Essa è stata la mèta del viaggio di ricerca realizzato da Lorenzo Bruschini, un triplice percorso a ritroso: geografico, da Delfi ad Olimpia, da Tebe a Atene sino a Creta ai confini d'Europa; storico, risalendo il tempo sino alle origini della civiltà minoica; e interiore, alla
dell'identità intesa come mistero e labirinto.

La ricerca artistica di Lorenzo Bruschini è volta alla rappresentazione di un mondo interiore in continuo confronto con la realtà esterna, un teatro onirico di fili sospesi fra psiche e realtà in cui l'artista, secondo un'osservazione di C.G. Jung, subisce il simbolo che gli si impone.

La mostra è a cura di Giuliana Stella.

Foto: Lorenzo Bruschini, "L'arciere celeste".
Lorenzo Bruschini. Scendeva simile alla notte
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com