Mostra L’occupazione italiana della Libia. Violenza e colonialismo 1911-1943 - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 20/09/2018 Aggiornato il 20/09/2018

La mostra foto-documentaria restituisce al pubblico la possibilità di conoscere meglio la storia che riguarda quella fase storica, approfondendo in particolare gli avvenimenti legati al periodo coloniale italiano. Le drammatiche vicende di quegli anni sono raccontate attraverso un percorso storico-didattico che si articola attraverso oltre duecento foto e decine di documenti provenienti dall'Archivio Nazionale di Tripoli e dai principali archivi nazionali. La mostra, organizzata dall'Istituto romano per la storia d'Italia dal fascismo alla Resistenza e dalla Fondazione MedA-Onlus, con il patrocinio dell'Istituto Nazionale Ferruccio Parri, è promossa da Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale - Dipartimento Attività Culturali in collaborazione con l'Istituto Nazionale Ferruccio Parri e Zètema Progetto Cultura. Realizzata dallo storico Costantino Di Sante con il contributo del Centro per l'Archivio Nazionale di Tripoli, ha avuto la consulenza di Salaheddin Sury, uno dei maggiori storici libici dell'età contemporanea.  

Dal al
Roma (RM)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lazio
Luogo: Casa della Memoria e della Storia, via San Francesco di Sales 5
Telefono: 06/0608; 06/6876543; Sito: www.comune.roma.it
Orari di apertura: 9,30-20. Sabato e domenica chiuso
Costo: Ingresso libero
L’occupazione italiana della Libia. Violenza e colonialismo 1911-1943
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com