Mostra Lo splendore di Venezia. Canaletto, Bellotto, Guardi e i vedutisti dell’Ottocento - Brescia

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 01/02/2016 Aggiornato il 01/02/2016

Dedicata alla bellezza e al fascino di una città come Venezia, la grande mostra che inaugura l’anno nuovo presenta più di 100 capolavori di Canaletto, Bellotto, Guardi, Ciardi e dei vedutisti più importanti del XVIII e XIX secolo. Il percorso espositivo si sviluppa in diverse sezioni disposte in ordine cronologico. La prima sezione apre con i dipinti dell’olandese Gaspar Van Wittele del friulano Luca Carlevarijs, mentre la seconda mette in risalto il talento di Canaletto nei suoi suggestivi dipinti, disposti accanto a quelli del padre Bernardo Canal e del nipote Bernardo Bellotto. Seguono i lavori dei più grandi artisti del secondo e terzo quarto del Settecento come gli italiani Michele Marieschi, Francesco Albotto, Antonio Gnoli, Jacopo Fabris, lo svedese Johan Richter e l’inglese William James.Di Francesco Guardi sono esposte le opere, una decina, realizzate nella seconda metà del XVIII secolo, in cui racconta Venezia come una città quasi fantasma, percepita dietro bagliori di luce e aloni di colore che annunciano la pittura moderna. Al friulano Giuseppe Bernardino Bison (1762-1844) e al suo compito di fare attraversare il filone del Vedutismo dal XVIII al XIX secolo è dedicata un’altra sezione, in cui i suoi lavori vengono messi a confronto con quelli di artisti della prima metà dell’Ottocento come Vincenzo Chilone, Giovanni Migliara, Giuseppe Borsato, Francesco Moja, Giuseppe Canella.Le ultime sale presentano i lavori della famiglia Grubacs, di Ippolito Caffi e i dipinti della seconda metà del XIX secolo realizzati a Luigi Querena, Francesco Zanin, Guglielmo Ciardi, Pietro Fragiacomo che continuano ad esprimere il fascino di Venezia portandola fino alla soglie dell’epoca moderna.

Dal al
Brescia (BS)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Palazzo Martinengo, via dei Musei 30
Telefono: 327/3339846
Orari di apertura: 9-18; sabato e domenica 10-20. Lunedì e martedì chiuso
Costo: 10 euro; ridotto 8 euro
Lo splendore di Venezia. Canaletto, Bellotto, Guardi e i vedutisti dell’Ottocento
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com