Mostra Liu Bolin. The invisible man - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 28/02/2018 Aggiornato il 28/02/2018

Le opere di Liu Bolin (1973) originario dello Shandong, provincia orientale della Cina, costituiscono una sintesi di diversi linguaggi, tra performance, pittura e fotografia. Attraverso la scelta di un punto di vista e l’immobilità del proprio corpo, che viene dipinto di fronte all’obiettivo, fa riflettere sulle sfide del presente, sospeso tra il peso della storia e gli effetti del progresso. Identità individuale e collettiva, ambiente, flussi migratori, capacità umane, sono alcuni dei temi universali trattati dall’artista. Nel 2017 ha realizzato una serie di scatti tra i marmi dell'Anfiteatro Flavio e le forme barocche della Reggia di Caserta, che sono presentati in anteprima mondiale in questa mostra a Roma, insieme a 70 fotografie frutto di dieci anni di lavoro. Tra gli altri omaggi all’Italia presenti in mostra vi sono gli interni del Teatro alla Scala di Milano, insieme agli autoritratti davanti a Paolina Borghese e tra le rovine di Pompei. Si svolge così lungo il percorso espositivo il racconto del processo di assimilazione tra l’artista e il mondo che lo circonda sotto svariate forme: monumenti, merci o montagne di rifiuti. Una testimonianza silenziosa, ma consapevole, di processi di cui il singolo è soltanto una tessera impercettibile: dalla globalizzazione alla possibilità di uno sviluppo sostenibile che conservi la memoria del passato. La mostra, con il patrocinio della Regione Lazio e Roma Capitale - Assessorato alla Crescita culturale e quello della Fondazione Italia Cina, è curata da Raffaele Gavarro ed è prodotta e organizzata da Arthemisia in collaborazione con la Galleria Boxart.

Dal all'
Roma (RM)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lazio
Luogo: Complesso del Vittoriano, Ala Brasini, via di S. Pietro in Carcere
Telefono: 06/8715111; Sito: www.ilvittoriano.com
Orari di apertura: 9,30-19,30; venerdì e sabato 9,30-22; domenica 9,30-20,30
Costo: 12 euro; ridotto 10 euro
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com