Mostra L’Italia a Hollywood - Firenze

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 04/07/2018 Aggiornato il 05/12/2018

Attraverso le memorie autobiografiche di Ferragamo, la cui voce accompagna i visitatori lungo tutto il percorso espositivo grazie a una registrazione audio originale, la mostra racconta il fenomeno migratorio italiano in California nelle prime decadi del Novecento, soffermandosi in particolare sul ruolo ricoperto dagli italiani e sull'influenza esercitata dall'arte e dalla cultura dell'Italia nello sviluppo del cinema muto americano.

Dal al
Firenze (FI)
Regione: Toscana
Luogo: Museo Salvatore Ferragamo, Palazzo Spini Feroni, piazza Santa Trinità 5r
Telefono: 055/3562848
Orari di apertura: 10-19,30 tutti i giorni
Costo: 8 euro; ridotto 5 euro
Note:
Il percorso espositivo si snoda tra le sale focalizzando l'attenzione sul mondo dell'arte, dell'artigianato e dello spettacolo, aree di interesse privilegiate della creatività di Ferragamo. La mostra si avvale di prestiti prestigiosi, provenienti da musei e collezioni pubbliche e private, sia italiane sia americane, e di carattere composito: da costumi di scena a locandine, da opere pittoriche di artisti quali Federico Zandomeneghi, Ettore Tito e Hugo Ballin alle sculture di Arturo Martini, Paolo Troubetzokoy, Eugenio Pellini e Amleto Cataldi, passando per documenti fotografici e filmati d'epoca. La mostra, curata da Giuliana Muscio e Stefania Ricci, si chiude con un'esposizione di scarpe realizzate per il cinema americano da Ferragamo, un tributo all'uomo e all'artista che, per aver creduto e realizzato l'abbraccio tra arte e industria, tra economia e cultura, rimane tuttora la figura più contemporanea: quella di un uomo che ha saputo interpretare il mutamento, adattandolo, e non adattandosi, alla propria visione del mondo.
L’Italia a Hollywood
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.