Mostra L’impronta del reale. William Henry Fox Talbot. Alle origini della fotografia - Modena

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 16/09/2020 Aggiornato il 16/09/2020
Dal al
Modena (MO)
ATTENZIONE
A causa dell’emergenza sanitaria Covid-19, le mostre sono sospese su tutto il territorio nazionale dal 5 novembre al 3 dicembre 2020, come stabilito dal Dpcm del 3 novembre 2020.
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Gallerie Estensi, largo Porta Sant'Agostino 337
Telefono: 059/4395711
Orari di apertura: 8,30-19,30; domenica e festivi 10-18. Lunedì chiuso
Costo: 8 intero; ridotto 6 euro
Dove acquistare: www.gallerie-estensi.beniculturali.it
Sito web: www.gallerie-estensi.beniculturali.it
Organizzatore: Gallerie Estensi - MIBACT
Note:
Le Gallerie Estensi ospitano la prima la prima rassegna italiana che ripercorre la storia di William Henry Fox Talbot (Melbury, Dorset, 1800 - Lacock Abbey, Wiltshire, 1877) l’inventore della fotografia su carta.

La prima grande retrospettiva italiana che documenta l’attività di questo pioniere della fotografia, mettendo a confronto il suo lavoro con quello di altri fotografi, artisti, scienziati, e documentando i suoi legami con l’Italia, in particolare con Modena.

Attraverso oltre 100 opere esposte, fra cui disegni fotogenici, calotipi, dagherrotipi, incisioni da dagherrotipi, fotografie contemporanee, la mostra ripercorre le esperienze che portarono alla nascita di questa nuova forma di rappresentazione della realtà.

La rassegna propone anche la corrispondenza autografa tra William Henry Fox Talbot e l’ottico, matematico, astronomo e studioso di scienze naturali modenese Giovanni Battista Amici (1786-1863), mostrando alcuni strumenti scientifici che furono alla base del rapporto fra i due inventori.

La mostra, curata da Silvia Urbini con Chiara Dall’Olio in collaborazione con Fondazione Modena Arti Visive e partner del festival Fotografia Europea, si apre con la sezione dedicata all’epoca e alle tecniche che portarono all’invenzione della fotografia.

Nella prima metà dell’Ottocento, artisti, inventori e
scienziati si adoperarono per escogitare stratagemmi e creare strumenti per riprodurre la realtà, come la ‘camera lucida’.

La seconda parte della rassegna vuole raccontare il rapporto fra William Henry Fox Talbot e alcuni scienziati italiani ai quali
questo straordinario inventore donò copie dei suoi primi esperimenti fotografici, affinché li potessero apprezzare e divulgare nell’ambiente scientifico italiano.

Durante tutto il percorso espositivo, come contrappunto, saranno proposti alcuni scatti di autori del Novecento e contemporanei, quali Paolo Gioli, Luigi Veronesi, Ugo Mulas, Claudio Abate, Man Ray, Karen Knorr, Gillian Wearing e Franco Vaccari, le cui immagini hanno connessioni, sia dal punto di vista tecnico che formale, con la fotografia delle origini.




AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com