Mostra Ligabue e Vitaloni. Dare voce alla natura - Parma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 22/06/2020 Aggiornato il 22/06/2020
Dal al
Parma (PR)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Palazzo Tarasconi, strada Farini 37
Telefono: 0521/242703; info@fondazionearchivioligabue.it
Orari di apertura: 10-19,30. Lunedì chiuso
Costo: 10 euro; ridotto 8 euro
Dove acquistare: Ticketone
Sito web: www.fondazionearchivioligabue.it
Organizzatore: Centro Studi e Archivio Antonio Ligabue di Parma
Note:
Parma, all’interno del cinquecentesco Palazzo Tarasconi, dedica una grande mostra a Antonio Ligabue (1899-1965), uno degli autori più geniali e originali del Novecento italiano.

L’esposizione presenta 83 dipinti e 4 sculture di Ligabue, capaci di analizzare i temi che più hanno caratterizzato la sua parabola artistica, dagli autoritratti, ai paesaggi, agli animali selvaggi e domestici.

Il percorso prevede anche una sezione con 15 opere plastiche di Michele Vitaloni (Milano, 1967) che condivide con Ligabue una particolare empatia verso il mondo naturale e animale.

L’allestimento, di grande impatto visivo e teatrale, appositamente progettato da Cesare Inzerillo per creare un’atmosfera di fusione fra pittura e scultura, conduce il visitatore all’interno dell’immaginario creativo di Ligabue, analizzando gli argomenti più frequentati dall’artista.

A partire dagli autoritratti, che costituiscono una perenne e costante condizione umana di angoscia, di desolazione e di smarrimento; il suo volto esprime dolore, fatica, male di vivere; ogni relazione con il mondo pare essere stata per sempre recisa, quasi che l’artista potesse ormai solo raccontare la tragedia di un volto e di uno sguardo, che non si cura di vedere le cose intorno a sé, ma che chiede di essere guardato.

L’esposizione si spinge fino alla contemporaneità e dà conto di un gruppo di lavori di Michele Vitaloni, rappresentante di spicco della Wildlife Art e dell’iperrealismo scultoreo.

Tra le volte delle cantine di Palazzo Tarasconi, 15 sculture di grandi dimensioni si confrontano con i capolavori di Ligabue raccontando l’urgenza di quell’energia del mondo animale che appartiene a tutti gli esseri umani.

L’esposizione, ideata e realizzata da Augusto Agosta Tota, Marzio Dall’Acqua e Vittorio Sgarbi, è inserita nel calendario d’iniziative di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21.

A causa dell’emergenza Coronavirus, la rassegna inizialmente prevista tra aprile e dicembre di quest’anno, è stata riprogrammata dal 19 settembre 2020 al 30 maggio 2021.
Ligabue e Vitaloni. Dare voce alla natura
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com