Mostra Leonardo Ricci architetto. I linguaggi della rappresentazione - Parma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 10/12/2018 Aggiornato il 10/12/2018
Dall' al
Parma (PR)
Regione: Emilia Romagna
Luogo: CSAC, Centro Studi Archivio della Comunicazione, Abbazia di Valserena, Strada Viazza di Paradigna 1
Telefono: 0521/607791
Orari di apertura: 15-19; sabato e domenica 10-19. Lunedì chiuso. Martedì chiuso con possibilità di prenotazione per gruppi su appuntamento
Costo: 10 euro; per le riduzioni aggiornate www.csacparma.it/visita
Note:
In occasione del centenario della nascita di Leonardo Ricci (1918-1994), e all’interno delle manifestazioni organizzate dal Comitato nazionale “Ricci100”, inaugura la mostra dedicata a Ricci, architetto, pittore, scenografo, urbanista, docente, esponente della ‘scuola fiorentina’ guidata da Giovanni Michelucci. Il suo fare progettuale è legato ad una concezione ‘esistenziale’ dell’architettura, conferendo allo spazio, dinamico, continuo, asimmetrico, il primato assoluto. Lo spazio viene difatti modellato dagli ‘atti di vita’ di chi lo abita e solo in ultimo si concretizza in forma: da qui il rifiuto dell’architetto di forme prestabilite e dettate da un particolare ‘stile’. Lo CSAC di Parma conserva l’archivio di Leonardo Ricci, costituito da 923 materiali progettuali, 173 schizzi, 609 lucidi, 27 radex, 4 radex con interventi, 98 copie, 12 copie con interventi. Attraverso una selezione di 9 progetti realizzati e non realizzati si intende mettere in evidenza le principali caratteristiche legate al metodo progettuale, all’attenzione per alcuni temi di ricerca quali ad esempio l’aggregazione volumetrica, lo spazio centrifugo e fluido, la continuità spaziale, le traslazioni e connessioni.
Leonardo Ricci architetto. I linguaggi della rappresentazione
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.