Mostra Le Violon d’Ingres - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 08/10/2018 Aggiornato il 05/12/2018

La mostra rende omaggio alla potenza del patrimonio di Villa Medici con l'intenzione di far incontrare l'arte del passato e quella contemporanea, una mostra d'eccezione sulle pratiche trasversali e radicali di personalità geniali di tutti i tempi. 

Dal al
Roma (RM)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lazio
Luogo: Accademia di Francia a Roma, Villa Medici, viale Trinità dei Monti 1
Telefono: 06/67611
Orari di apertura: 12-19. Lunedì chiuso
Costo: 12 euro; ridotto 6 euro, inclusa visita guidata dei giardini e di Villa Medici
Dove acquistare: https://www.ticketone.it/?affiliate=VDC&esid=2225764&fun=page&pagename=eventserieshttps://www.ticketone.it/?affiliate=VDC&esid=2204565&fun=page&pagename=eventseries
Sito web: https://www.villamedici.it/mostre/le-violon-dingres/
Organizzatore: Chiara Parisi
Note:
Incentrata sulla figura di Victor Hugo e su una selezione rigorosa di suoi disegni, l'esposizione presenta le passioni e le ossessioni, meno conosciute dal pubblico, di figure celebri come  Guillaume Apollinaire, Samuel Beckett, Federico Fellini, Jean Genet, Franz Kafka, Carlo Levi, Nelson Mandela e dei contemporanei Etel Adnan, Chantal Akerman, Chris Kraus, David Lynch, Robert Wilson. Resa concreta dal suo celebre violino, la presenza di Jean-Auguste-Dominique Ingres, Prix de Rome e direttore di Villa Medici dal 1835 al 1841, è una delle più eccezionali all'interno della mostra, un artista che non ha mai subordinato la sua passione musicale a quella per la pittura. Proprio da lui nasce l'espressione idiomatica francese "avere un violon d'Ingres", in riferimento a quelle passioni meno visibili pubblicamente. Il progetto intende mostrare come l'idea di creazione artistica non possa essere ridotta o incasellata all'interno di griglie disciplinari, ma trovi alimento proprio dalla contaminazione tra pratiche e ambiti diversi. Le opere d'arte esposte vanno da installazioni a dipinti, disegni, arazzi, sculture, immagini in movimento. Chiara Parisi ha curato la mostra e l'ha sviluppata grazie a un dialogo con l'artista Christian Boltanski.
Le Violon d’Ingres
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com