Mostra Le cronache del filo bianco - Cernobbio

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 21/02/2022 Aggiornato il 21/02/2022
Dal al
Cernobbio (CO)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Lombardia
Luogo: Villa Bernasconi, largo Alfredo Campanini 2
Telefono: 031/3347209
Orari di apertura: 10-18 da lunedì a venerdì. Sabato e domenica chiuso
Costo: 8 euro; ridotto 5 euro
Dove acquistare: www.villabernasconi.eu
Sito web: www.villabernasconi.eu
Organizzatore: Villa Bernasconi in collaborazione con La Cernobbina Art Studio
Note:
Villa Bernasconi ospita la mostra che presenta 10 nuove opere dell’artista siciliana Rossana Taormina in un continuo con l’esposizione Notturno, attualmente in corso presso La Cernobbina Art Studio in Via Regina 69 sempre a Cernobbio (visite su appuntamento- Valentina Piras tel. 333/7675255).
Alle foto di famiglia dei Bernasconi vengono affiancate altre foto ricordo, ritrovate in Sicilia sotto le macerie dei paesi distrutti dal sisma del 1968, e rielaborate dall’artista grazie a ricami realizzati con un filo bianco.

Grazie a questa prima collaborazione con La Cernobbina Art Studio, l’ambientazione ricreata in quella che fu la camera da letto dei coniugi Bernasconi supera i limiti spazio-temporali del racconto locale. Il “Museo della casa che parla” si apre così ad altri racconti paralleli.
Attraverso l’arte di Rossana Taormina (Partanna, 1972) si arricchisce di persone, trame e luoghi, cuciti insieme da un filo tanto immateriale come quello del ricordo, quanto fisico come quello del ricamo e della tessitura che accomunano ancora l’artista con Villa Bernasconi.

Rossana Taormina ha visto durante la sua infanzia le conseguenze del terremoto e la ricostruzione di luoghi che ha frequentato fin da bambina. La nostalgia, mista all’impulso culturale di ampio respiro della vicina Gibellina, che sarebbe culminato nel Grande Cretto di Burri, ha portato l’artista a esprimere il proprio vissuto attraverso la rielaborazione di foto autentiche di momenti di vita familiare accaduti in quei luoghi. Gli scatti vengono così rielaborati attraverso il cucito, un’arte ereditata dalla nonna, che la fa rientrare nel filone della Fìber Art.

Affiancare il lavoro dell’artista alla collezione delle foto di famiglia del museo-casa di Villa Bernasconi, esposta nella Stanza del Cavaliere al primo piano della villa, appare dunque naturale. Le foto in bianco e nero, ritrovate a fatica nei cassetti degli eredi Bernasconi, sono infatti appese alle pareti insieme a cornici vuote che simboleggiano la ricerca sempre in corso di storie familiari autentiche, tessili e/o artistiche.

La mostra è curata da Aldo Premoli.
Le cronache del filo bianco
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com