Mostra Laura Zeni. Sguardi celati - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 25/03/2021 Aggiornato il 25/03/2021
Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Studio dell'artista, via Balzaretti 7
Telefono: 02/29524908
Orari di apertura: 24 ore su 24 accesso alla piattaforma. Su appuntamento visita in studio
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: https://artspaces.kunstmatrix.com/en/exhibition/5226888/laura-zeni-sguardi-celati; www.laurazeni.net
Organizzatore: IBC Irma Bianchi Communication
Note:
La mostra virtuale 3D visitabile sulla piattaforma kunstmatrix.com intende fare una profonda riflessione sui cambiamenti che stiamo vivendo, concentrando l'attenzione sulla maggiore conoscenza di se stessi portata da queste nuove esperienze.
La prima esposizione virtuale dell’artista milanese Laura Zeni raccoglie opere inedite e collages su tela.

I lavori presentati mostrano ritratti di uomini e donne, i cui volti sono accomunati dalla presenza di elementi che nascondono i tratti del viso e, come dice il titolo, celano gli sguardi. Che si tratti di nuvole, di finestre, di sbarre, di mattoni, di griglie o di pagine di giornale strappate, gli oggetti che si frappongono fra gli individui e la realtà circostante causano una visione non più nitida della stessa e talvolta ne oscurano completamente la vista.

Proprio in questo frangente, secondo l’artista, è il momento di invertire la rotta e di intraprendere un viaggio introspettivo con la mente e il cuore, alla ricerca di nuova linfa vitale e di nuove energie.

Il messaggio di Laura Zeni “Io sono nonostante tutto, io continuo ad essere anche se in altro modo” vuole esortare a ritrovare se stessi nonostante i cambiamenti e le dure prove cui si è sottoposti. Momenti difficili e disorientanti che suggerisce di vivere come un’opportunità, una possibilità di confronto interiore volta a riscoprire i propri valori e a proseguire in un nuovo cammino.

Laura Zeni riconosce nell’azione dello strappo delle riviste un gesto liberatorio, impetuoso, che raggiunge un equilibrio solo nel momento in cui i frammenti di pagina si combinano all’interno della tela; una tecnica, il collage, già ampiamente consolidata nel suo percorso artistico.

Seppure differenti fra loro, emerge dalle opere esposte l’immagine della maschera che, simbolicamente indossata per mostrare una diversa personalità, diventa oggi un accessorio tangibile e quotidiano, che rende tutti uguali e anonimi.
Proprio questa limitazione deve costituire lo sprone per rivelarsi senza maschera interiore e raggiungere un maggior grado di consapevolezza.

La mostra è a cura di Serena Mormino.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com