Mostra L’Ara com’era - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 10/10/2016 Aggiornato il 10/10/2016

Il Museo dell'Ara Pacis raccontato in realtà aumentata: l'occasione è data dal primo intervento sistematico di valorizzazione in realtà aumentata e virtuale del patrimonio culturale di Roma Capitale di uno dei più importanti capolavori dell'arte romana, costruito tra il 13 e il 9 a.C. per celebrare la Pace che Augusto aveva instaurato sui territori dell'Impero. Sovrapponendo elementi virtuali alla percezione visiva, si può assistere ad un racconto multimediale, capire l’aspetto originario e la funzione dell’altare e osservare le trasformazioni del Campo Marzio settentrionale, l’area di Roma prescelta da Augusto per celebrare il proprio potere. I contenuti virtuali appaiono al visitatore come “ancorati” agli oggetti reali, contribuendo all’efficacia e al senso di magia dell’intera esperienza. In questo percorso di scoperta, il visitatore è invitato a svolgere una serie di gesti e azioni che coinvolgono più canali percettivi. Così, osservando da varie angolazioni i plastici e i modellini, si vedono gli ambienti popolarsi di personaggi, intenti a celebrare il sacrificio, si ascoltano suoni e voci come in uno spaccato dell’epoca, mentre i calchi raffiguranti la famiglia imperiale prendono vita e si raccontano in prima persona. Il percorso di visita è così organizzato: dal 14 ottobre al 17 dicembre 2016, venerdì e  sabato dalle 20 alle 24; dal 23 dicembre all’8 gennaio 2017, tutte le sere dalle 20 alle 24; dal 13 gennaio al 15 aprile 2017, venerdì e  sabato dalle 20 alle 24; dal 21 aprile al 31 ottobre 2017, tutte le sere dalle 20 alle 24.

Dal al
Roma (RM)
Regione: Lazio
Luogo: Museo dell'Ara Pacis, Lungotevere in Augusta (angolo via Tomacelli)
Telefono: 06/0608; Sito: www.arapacis.it
Orari di apertura: 20-24 venerdì e sabato
Costo: 12 euro; ridotto 10 euro
L’Ara com’era
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com