Mostra L’anima del corpo. Betty Colombo - Firenze

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 26/04/2021 Aggiornato il 17/05/2021
Dal al
Firenze (FI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Toscana
Luogo: Crumb Gallery, via San Gallo, 191 rosso
Telefono: 347/3681894
Orari di apertura: Su appuntamento, per visitare la mostra è consigliato prenotare al numero 347/3681894
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.crumbgallery.com
Organizzatore: Crumb Gallery Firenze
Note:
La mostra della fotografa Betty Colombo, nota fotoreporter, testimonial Canon e Ambassador italiana di “Save The Planet”, presenta una quindicina di scatti, parte di un progetto che l’ha vista lavorare per mesi nella sala autoptica del San Luca di Lucca.
Scatti che, con forza ma anche delicatezza, conducono alla scoperta di un’insolita mappa geografica della vita. Oltre la morte.

Sono scatti eleganti, armonici, come è nello stile di Betty Colombo, che riesce sempre a cogliere del mondo, qualunque parte di esso incroci il suo sguardo, l’aspetto più profondo, nascosto, spesso anche indicibile. E a offrirlo ad altri sguardi mettendone in luce le qualità che, fermi alla superficie, in pochi sarebbero riusciti a cogliere. Un indicibile raccontato con, appunto, armonica eleganza.

Avvicinandosi agli scatti si arriva a capire che si tratta di organi umani, l’interno di un corpo, parti che non si dovrebbe e potrebbe vedere mai.
Fotografare organi interni significa fotografare la morte, metterla in mostra, allontanare la paura, e c’è una delicata poetica in tutto questo: “Regalare vita eterna a parti del corpo di una persona morta”, come dice l’artista. E raccontare la differenza evidente all’esterno di ciascuno di noi, meno evidente, perché non lo sappiamo, all’interno.
L’anima del corpo. Betty Colombo
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com