Mostra L’aeropittura fantastica di Giulio D’Anna - Monza

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 13/11/2022 Aggiornato il 13/11/2022
Dal al
Monza (MB)
Regione: Lombardia
Luogo: Leogalleries, via De Gradi 10
Telefono: 039/5960835
Orari di apertura: 10-13; 16-19. Domenica e lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.leogalleries.it
Organizzatore: Leogalleries
Note:
Nel 1927 Giulio D’Anna (Villarosa, Enna,1908- 1978) si reca, in qualità di giornalista, alla Biennale di Reggio Calabria. Qui conosce Mino Somenzi, uno degli autori del Manifesto dell’Aeropittura. Da lui apprende i concetti di questa forma d’arte capace di raccontare la terra dal cielo.

Dal 1928 al ’31 D’Anna si esprime in quella che rimarrà celebre come
“l’Aeropittura fantastica”, una sua interpretazione personale e originale del Manifesto. Poi continuerà a dipingere restando aderente a quelle norme e canoni scritti e condivisi dai colleghi artisti del periodo, mantenendo però i tratti distintivi e unici del suo stile.

Quel 1931 è un anno spartiacque per D’Anna e attorno a quel giro di boa si sviluppa la mostra allestita da LeoGalleries, nei suoi spazi di via De Gradi a Monza: un’antologica che è un omaggio imponente all’artista siciliano, curata dal maggiore esperto della corrente futurista, Maurizio Scudiero e da Salvatore Carbone, curatore dell’Archivio storico dei futuristi siciliani.

Un autore che è stato uno dei pionieri dell’aeropittura, tra i primi a farla propria, tanto da rendere immediatamente riconoscibili le sue opere. Un uomo che è riuscito a raccontare i cieli della Sicilia senza però essere mai salito su un aereo in vita sua.

Una ventina le opere in galleria, e tra queste anche l’importante “Sicilia”, del 1936. L’allestimento propone anche opere riconducibili al polimaterismo. Importanti i collage in esposizione.

L’aeropittura fantastica di Giulio D’Anna
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com