Mostra L’acqua di Baldessari. Il ritorno alla realtà - Monticelli Brusati

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 01/07/2022 Aggiornato il 01/07/2022
Dal al
Monticelli Brusati (BS)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Lombardia
Luogo: La Montina Franciacorta, via Baiana 17
Telefono: 335/1233124
Orari di apertura: 10-12 visita mostra; sabato e domenica visita mostra e cantina
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.armondigallery.com
Organizzatore: Monica Giudici e Alberto Loda di Art Advisor di Brescia
Note:
Gli spazi delle cantine La Montina in Franciacorta ospitano la mostra, reportage di viaggio che racchiude la produzione artistica del pittore Roberto Iras Baldessari tra la fine degli anni Quaranta e la sua morte, avvenuta nel 1965.

In questo periodo, l’artista dedicò tutto se stesso a ritrarre i magici luoghi tanto amati dai turisti stranieri, disposti a pagare cifre importanti per queste Madeleine de Proust, ritorni al passato.

L’esposizione, corredata dal catalogo curato dal professore Maurizio Scudiero, descrive e racconta i luoghi incantevoli dei laghi di Garda, Como, Maggiore, Lugano, per poi passare a Napoli e il suo Golfo e ad altri paesaggi esteri, rielaborando il concetto proprio dei turisti europei con il Grand Tour: gioia di vivere, ricordi fissati con pennellate veloci ma sapienti, eseguite olio su tela, su cui convergono i luoghi e l’ispirazione data dalla luce del momento.

Parte del ricavato delle opere vendute sarà destinato all’Associazione Dedicato a te, associazione senza scopo di lucro con l’obiettivo di raccogliere fondi per la ricerca e nata nell’ottobre 2013 in memoria del piccolo Andrea, scomparso il 12 luglio 2002 a causa di una grave forma di tumore.

Protagonista delle tele è il riverbero dell’acqua, i cui riflessi si diffondono sulle case, sui palazzi, sui pontili, per poi riflettersi nell’acqua stessa grazie ai tocchi di pennello mosso quasi inconsciamente, quasi sfiorando un’idea di matrice impressionista.

Il risultato è rappresentato da scorci d’Italia che ritraggono personaggi immortalati nella quotidianità, pescatori lavoranti o semplici turisti, soggetti che trasmettono la consapevolezza del tempo che fugge ma che non vuole essere dimenticato.

Grazie a questa capacità di rievocare, in quegli angoli di paradiso, momenti vissuti e passati, Roberto Iras Baldessari riscosse un grande successo di pubblico nazionale e internazionale.

L’acqua di Baldessari. Il ritorno alla realtà
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com