Mostra La seduzione del bello. Capolavori segreti tra ‘600 e ‘700 - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 30/10/2022 Aggiornato il 30/10/2022
Dal al
Milano (MI)
Regione: Lombardia
Luogo: Museo Bagatti Valsecchi, via Gesù 5
Telefono: 02/76006132
Orari di apertura: 13-20 mercoledì; 13-17,45 giovedì e venerdì; 10-17,45 sabato e domenica. Lunedì e martedì chiuso
Costo: 12 euro; ridotto 9 euro
Dove acquistare: www.museobagattivalsecchi.org
Sito web: www.museobagattivalsecchi.org
Organizzatore: Museo Bagatti Valsecchi
Note:
La mostra presenta una selezione di cinquanta opere del Seicento e del Settecento, custodite nella collezione milanese Gastaldi Rotelli e realizzate da artisti quali Procaccini, Cairo, Nuvolone, Magnasco, Guardi, Régnier, Londonio, Ricci, Todeschini, Monsù Bernardo, Ceruti.

Cinquanta capolavori lasciano per la prima volta tutti insieme la loro abituale residenza per entrare negli ambienti neorinascimentali di via Gesù e porsi in dialogo con l’eclettica raccolta permanente quattro e cinquecentesca che i fratelli Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi radunano alla fine dell’Ottocento.
Con questa mostra, la Casa Museo si configura così come una “Casa delle Collezioni” e forma una interessante quanto inedita riflessione sul ruolo del collezionismo privato, la sua storia e la conseguente valorizzazione e fruizione
in età contemporanea.

Gilda Gastaldi e Giuseppe Rotelli, appassionati della pittura del Seicento e del Settecento e attratti dalla varietà di temi che la caratterizzano, alla fine del Novecento, per circa un ventennio, hanno raccolto un nucleo eccezionale di dipinti, partecipando ad aste in tutto il mondo e viaggiando alla costante ricerca di preziose opere d’arte.
Questa passione collezionistica trova un antecedente celebre nei fratelli Fausto e
Giuseppe Bagatti Valsecchi che nell’Ottocento danno vita al palazzo di famiglia nel cuore di Milano, ora sede del Museo, arricchendolo di dipinti e manufatti d’arte applicata quattro cinquecenteschi, con l’intento di creare una dimora ispirata alle abitazioni nobiliari del tardo Rinascimento.

Questa mostra intende mettere in connessione queste due importanti collezioni che, seppur con metodologie diverse, sono espressione e ritratto dei loro artefici e rispecchiano la loro volontà di vivere circondati d’arte e bellezza.

Dal primo dicembre il percorso si arricchirà di una nuova sala, normalmente chiusa al pubblico, che ospiterà un approfondimento dedicato al tema della natività: sarà possibile ammirare un grande Presepio dipinto dal milanese Francesco Londonio, insieme a una Sacra Famiglia di Carlo Francesco Nuvolone, una Madonna che allatta il Bambino di Prospero Fontana e un suggestivo Riposo durante la fuga in Egitto di Sebastiano Ricci, a testimonianza che la collezione Gastaldi Rotelli dispone di una preziosa quanto rara presenza di capolavori segreti tutti da scoprire.

La mostra è a cura del conservatore Antonio D’Amico, con la collaborazione di
Maria Silvia Proni, curatrice della collezione Gastaldi Rotelli.
Crediti foto di Elena Datrino, Milano.
La seduzione del bello. Capolavori segreti tra ‘600 e ‘700
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com