Mostra “La Mela Reintegrata” di Michelangelo Pistoletto - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 25/05/2016 Aggiornato il 25/05/2016

Il progetto, a cura di Achille Bonito Oliva in collaborazione con RAM radioartemobile, è promosso dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma con Electa, e nasce dall’idea di riflettere sul significato della mela nella storia, dai miti greci passando per la tradizione biblica e l’immaginario fiabesco, per arrivare ai giorni nostri e proiettarsi in scenari futuri.Installata nei sotterranei delle Terme di Caracalla, la nuova opera condivide e integra il senso del “Terzo Paradiso”, realizzato con i frammenti di marmi e mosaici antichi propri del sito archeologico, creando uno stretto legame tra le rovine, l’architettura del passato e l’arte contemporanea, per una riflessione tesa verso il divenire.“La Mela Reintegrata” è scolpita in un blocco di marmo puro di Carrara. Sola cicatrice il segno del morso, con i punti di sutura scolpiti nello stesso marmo a dimostrare la riconnessione del mondo naturale con il mondo artificiale: una ferita rimarginata. La scultura di dimensioni monumentali, dal diametro di 2,5 metri, entra in dialogo con l’oscurità dei sotterranei profondi e labirintici, e con la tradizione classica rappresentata dalle antiche Terme che diventano, con quest’opera, promessa di continuità. 

Dal al
Roma (RM)
Regione: Lazio
Luogo: Terme di Caracalla, ingresso via Antonina
Telefono: 06/39967700
Orari di apertura: 9-19,15; lunedì 8,30-14
Costo: Ingresso libero per l'opera di Pistoletto; per le Terme di Caracalla ingresso 6 euro; ridotto 3 euro
“La Mela Reintegrata” di Michelangelo Pistoletto
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com