Mostra La Fratelli Toso: i vetri storici dal 1930 al 1980 - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 01/05/2019 Aggiornato il 01/05/2019
Dal al
Roma (RM)
Regione: Lazio
Luogo: Musei di Villa Torlonia, Casina delle Civette, via Nomentana 70
Telefono: 06/0608; 393/5119290
Orari di apertura: 9-19. Lunedì chiuso
Costo: 6 euro; ridotto 5 euro
Note:
La mostra racconta la storia e le tecniche di una delle più antiche e prestigiose vetrerie muranesi, la vetreria artistica della Fratelli Toso a partire dal 1930, l’anno più importante per la ricerca della manifattura, fino al 1980, anno in cui ha cessato la propria attività.
In esposizione più di 50 opere in vetro, tutti pezzi unici e rari provenienti direttamente dalla collezione privata dei Fratelli Toso.

Il percorso della mostra inizia dall’anno più significativo per lo sviluppo della manifattura, il 1930, e arriva al 1980, anno della sua chiusura; un lasso di tempo che ha visto grandi successi segnare la storia del design del vetro in Italia che si sono rispecchiati nell’evoluzione artistica e del gusto. L’excursus cronologico presenta opere meravigliose realizzate in numero sempre limitato, se non esemplari unici; opere moderne le cui radici trovano comunque ispirazione nella tradizione tecnica dell’antica vetreria.

Le opere esposte sono anche accompagnate dai relativi disegni e bozzetti provenienti dall’Archivio storico della vetreria dove si conservano più di 30.000 disegni, migliaia di foto, cataloghi e documenti relativi alla vita dell’Azienda sin dal secondo Ottocento.

La mostra, a cura di Caterina Toso e Ivano Balestrieri, è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, si avvale del patrocinio dell’Associazione AIHV, Association Internationale pour l’Histoire du Verre, è organizzata dal Il Mondo del Vetro, con il sostegno di Caterina Toso, ultima erede della vetreria Fratelli Toso.

Ivano Balestrieri, titolare de Il Mondo del Vetro, racconta come guardando i pezzi che saranno esposti si rimanga incantati per l’eleganza delle forme, la forza dei colori e l’innovazione delle tecniche utilizzate.
L’abilità dei maestri-designer che hanno lavorato per la vetreria, come Ermanno Toso, Pollio Perelda e Rosanna Toso, ha permesso alla vetreria di partecipare agli eventi internazionali più importanti, tra cui le Biennali di Venezia, e di lasciare un segno indelebile nell’arte vetraria del XX secolo.
La Fratelli Toso: i vetri storici dal 1930 al 1980
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com