Mostra La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini - Firenze

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 01/09/2019 Aggiornato il 01/09/2019
Dal al
Firenze (FI)
Regione: Toscana
Luogo: Palazzo Antinori, piazza Antinori
Telefono: 055/29375
Orari di apertura: 10-18. Lunedì chiuso
Costo: 13 euro; ridotto 10 euro
Note:
La scoperta del carteggio inedito tra Telemaco Signorini, il padre Giovanni e il fratello minore Paolo, ha portato Elisabetta Matteucci e Silvio Balloni a ideare questa esposizione dedicata a due protagonisti, i Signorini da un lato e la loro Firenze dall’altro.

Il tratto di “fiorentinità” che caratterizza la mostra, unito allo spessore storico-critico, è tra le ragioni che hanno spinto la famiglia Antinori a realizzare il progetto con l’Istituto Matteucci.
La sede più appropriata per ospitare la mostra è proprio Palazzo Antinori, edificio storico nel cuore di Firenze, casa di una Famiglia che ha contribuito a fare la Storia della città oltre che della viticoltura di massimo pregio.

I Saloni storici del Piano Nobile di Palazzo Antinori accolgono le opere in mostra, capolavori notissimi ma anche tele che trovano qui la propria prima esposizione pubblica.

L'esposizione vede per la prima volta affiancate le opere di quella che, nel clima culturalmente fecondo di menti brillanti come Giovan Pietro Vieusseux, Pietro Giordani e Niccolò Tommaseo, Diego Martelli e Carlo Lorenzini, si è imposta come una vera e propria dinastia pittorica.

A fornire lo spunto per accendere un focus su Giovanni Signorini (1808-1864), soprannominato per le qualità di vedutista prediletto da Leopoldo II di Lorena “il Canaletto fiorentino”, e sul figlio Telemaco, dando conto del ruolo determinante di Firenze nel definirsi delle rispettive personalità, è stato il recupero di un importante carteggio di Telemaco con l’illustre genitore e con il fratello minore Paolo.

La rassegna si articola in otto sezioni che, attraverso una selezione di oltre sessanta dipinti tra i più celebri dei due Signorini affiancati da attentissimi confronti, faranno rivivere una delle stagioni più fertili della cultura toscana, che tanto ha contribuito a conferire a Firenze quell’ “immagine ideale” di città europea.



La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com