Mostra La Cura e la Bellezza - Bergamo

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 02/12/2018 Aggiornato il 02/12/2018
Dall' al
Bergamo (BG)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Lombardia
Luogo: Humanitas Gavazzeni e Castelli, via Mauro Gavazzeni 21
Telefono: 035/4204500
Orari di apertura: 8-19
Costo: Ingresso libero
Sito web: www.lacarrara.it
Note:
Entrano in ospedale 25 capolavori, grazie alla collaborazione tra Accademia Carrara e Humanitas Gavazzeni. 400 metri quadrati di arte e dettagli sorprendenti, infatti Humanitas Gavazzeni e Castelli, a Bergamo, accolgono i capolavori di Accademia Carrara in maxi formato, per un percorso che inaugura un nuovo modo di vivere l’ospedale e l’arte. Nelle sale d’attesa e nei corridoi si possono ammirare Botticelli, Canaletto, Hayez, Lotto e Raffaello, non quadri originali o copie dal vero, ma ingrandimenti a tutta parete. Tante le firme dei grandi maestri della pittura i cui dipinti sono “usciti” da Accademia Carrara per adornare le pareti dei due ospedali, l'esposizione presenta infati 25 opere d'arte scelte tra il vasto patrimonio della Pinacoteca bergamasca. A entrare in ospedale sono dettagli selezionati con cura dagli esperti di Carrara: scorci di cielo si aprono in angoli inaspettati, volti d’altri tempi accompagnano i pazienti all’ingresso e nelle sale d’attesa, storie narrate per immagini corrono sulle lunghe pareti dei corridoi proiettando le persone che li attraversano in un’altra dimensione. 400 i metri quadrati totali dei due ospedali bergamaschi interessati dal progetto. Grazie a un approfondito lavoro preparatorio con fotografi e grafici specializzati, i segni delle pennellate e le crepe delle tele vivono ora su superfici molto ampie, rivelando dettagli altrimenti invisibili all'occhio umano. La scelta dei dipinti non è casuale, ma intende ricostruire un ambiente dalla forte carica emotiva seguendo il filo conduttore della bellezza, dal gesto di affetto all'intensità di uno sguardo fino a paesaggi rasserenanti. L'immagine simbolo è "San Girolamo e il Leone" evocativa del gesto di cura e forte riferimento a Bergamo, con l'animale che troneggia anche sulle Mura venete di città alta, patrimonio UNESCO dal 2017. Oltre che dai curatori, la selezione delle opere è stata fatta dai medici, dagli infermieri e dallo staff di Humanitas. A richiesta, presso le reception dei due ospedali, è possibile ritirare un coupon che dà diritto all'ingresso ridotto in Accademia Carrara.
La Cura e la Bellezza
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com