Mostra La Certosa di Parma. La città sognata di Stendhal interpretata da Carlo Mattioli - Parma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 08/02/2020 Aggiornato il 08/02/2020
Dal al
Parma (PR)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Palazzo Bossi Bocchi, Strada al Ponte Caprazucca 4
Telefono: 0521/532111
Orari di apertura: 15,30-18 martedì e giovedì; 10-12,30; 15,30-18 sabato e domenica
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: https://www.fondazionecrp.it
Organizzatore: Fondazione Cariparma e Fondazione Carlo Mattioli
Note:
La mostra è focalizzata sulla figura di Henry Beyle (Grenoble, 1783 - Parigi, 1842), meglio noto come Stendhal, che dedicò il suo più celebre romanzo "La Certosa di Parma" alla città e sulle opere di carattere stendhaliano del pittore Carlo Mattioli.

Inserita nel programma delle mostre di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020, l'esposizione racconta dei diversi tempi del romanzo, dalla sua fulminante ideazione e stesura (fu scritto in 53 giorni, meno di due mesi, tra novembre e dicembre 1838), alla sua immediata pubblicazione e fortuna editoriale.

Grazie alla collaborazione del Complesso Monumentale della Pilotta - Biblioteca Palatina, sono circa una cinquantina le edizioni, in lingua francese e italiana, che accompagnano il visitatore lungo il percorso di mostra, dalla prima in francese dell’aprile del 1839 alle più recenti, arricchite anche dagli esemplari conservati nella Biblioteca di Busseto di Fondazione Cariparma e nella Biblioteca della Deputazione di Storia Patria.

Del mondo di Stendhal si è fatto interprete, negli anni Cinquanta, Carlo Mattioli con dipinti, opere su carta e ceramiche inedite.
Mattioli disegna una Parma presa quasi sempre di notte e da un punto di vista sempre leggermente ribassato perché risulti maestosa. Una città completamente vuota o percorsa da file geometriche di soldatini in uniforme che vanno chissà dove.

Una città cupamente ideale fatta di piazze dilatate e deserte, di palazzi con lunghe teorie di finestre buie e vuote, come se gli abitanti fossero fuggiti, inseguiti da un invasore.
Quella Parma, Mattioli la vuole nera, con bagliori blu, lunari, punti di bianco mobili, le uniformi degli onnipresenti soldatini.

L'esposizione è una straordinaria occasione per approfondire un monumento letterario che fu in grado, ma lo è tutt’ora, di richiamare su Parma l’attenzione del mondo della cultura.

La mostra è promossa e realizzata da Fondazione Cariparma e Fondazione Carlo Mattioli.

La Certosa di Parma. La città sognata di Stendhal interpretata da Carlo Mattioli
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com