Mostra La Casa Do ut Do - Napoli

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 07/07/2016 Aggiornato il 07/07/2016

La terza edizione del progetto umanitario "do ut do" organizza eventi dedicati alle arti e alle eccellenze della nostra cultura coinvolgendo istituzioni, imprese e collezionisti con l'obiettivo di raccogliere fondi in favore della Fondazione Hospice Seràgnoli, che opera nel campo dell'assistenza, formazione, ricerca e divulgazione della cultura delle cure palliative per malati terminali. La nuova edizione del 2016 ha per tema la Casa do ut do di Alessandro Mendini, le cui stanze sono progettate da 13 importanti architetti e designer come  Alberto Biagetti, Mario Cucinella, Riccardo Dalisi, Michele De Lucchi, Stefano Giovannoni, Alessandro Guerriero, Massimo Iosa Ghini, Daniel Libeskind, Angelo Naj Oleari, Terri Pecora, Renzo Piano, Claudio Silvestrin, Nanda Vigo. Le opere sono donate anche da celebri artisti e galleristi,  tra i quali Antonio Citterio, Marcello Jori, Antonio Marras, i Masbedo, Lia Rumma, Mimmo Paladino, Sissi, Francesco Vezzoli, Velasco Vitali.Ogni stanza della casa è dedicata ad uno dei valori dell'abitare: vitalità, empatia, sogno, civiltà, gioco, attesa, inclusione, natura, complicità, luce, amore, incontro. All'interno della casa saranno collocate le opere d'arte contemporanea e i pezzi unici di design donati alla Fondazione. In una società sempre più tecnologica e connessa, la casa si può visitare tramite un sistema di navigazione in virtual reality 3D, sia sul web sia nei musei e nelle sedi espositive che aderiscono al progetto e sul sito dedicato: doutdo.it. Dal mese di luglio fino al mese di dicembre la casa sarà esposta virtualmente in alcuni musei, a cominciare dalla Reggia di Caserta in luglio e agosto e il Madre di Napoli in luglio, il MAXXI di Roma a settembre, il MART di Rovereto ad ottobre, per terminare con la grande mostra alla Pinacoteca Nazionale e all'Accademia di Belle Arti di Bologna.

Dal al
Napoli (NA)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Campania
Luogo: Museo MADRE, via Settembrini 79
Telefono: 051/271060; sito: www.doutdo.it
Orari di apertura: 10-19,30; domenica 10-20, Martedì chiuso
Costo: Ingresso libero
La Casa Do ut Do
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com