Mostra Josef Koudelka. Radici. Evidenza della storia, enigma della bellezza - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 21/10/2020 Aggiornato il 30/07/2021
Dall' al
Roma (RM)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lazio
Luogo: Museo dell’Ara Pacis, lungotevere in Augusta
Telefono: 06/0608
Orari di apertura: 9,30-19,30. Sabato e domenica chiuso
Costo: 11 euro; ridotto 9 euro
Dove acquistare: www.arapacis.it
Sito web: www.arapacis.it; www.museiincomune.it; www.zetema.it
Organizzatore: Contrasto in collaborazione con Zètema Progetto Cultura
Note:
La mostra ripercorre lo straordinario viaggio fotografico di Josef Koudelka (Moravia, 1938), alla ricerca delle radici della nostra storia, proponendo oltre cento spettacolari immagini panoramiche, molte di grande formato.

Poterle ammirare al Museo dell’Ara Pacis permetterà un’esperienza unica, un’immersione a tutto tondo nel viaggio a ritroso proposto da Koudelka e nella sua inedita e personalissima riflessione sull’antico, sul paesaggio, sulla bellezza che “suscita e nutre il pensiero”.

Trent’anni di fotografie realizzate in diciannove diversi paesi e in più di cento siti archeologici tra i più rappresentativi per la storia del Mediterraneo.

Con le sue splendide immagini, realizzate tra la Siria, la Grecia, la Turchia, il Libano, Cipro (Nord e Sud), Israele, la Giordania, l’Egitto, la Libia, la Tunisia, l’Algeria, il Marocco, il Portogallo, la Spagna, la Francia, l’Albania la Croazia e naturalmente l’Italia, questo lavoro sceglie di dare respiro a ciò che resta delle vestigia delle antiche civiltà del Mediterraneo, rappresentandole in un’eterna tensione tra ciò che è visibile e ciò che resta nascosto, tra enigma ed evidenza, riuscendo a catturare il significato di un mondo che rischiamo di perdere.

Prende il via il ciclo "Radici. Sguardi sulla mostra": quattro incontri online gratuiti sui canali social del Museo dell’Ara Pacis, dal 13 aprile al 6 luglio 2021, un approfondimento intorno alla mostra.

Gli incontri, pensati e organizzati dalla Sovrintendenza Capitolina e Contrasto, insieme a Fondazione Forma per la Fotografia e con il supporto del Centro Ceco di Roma, Ambasciata della Repubblica Ceca in Italia, avranno quattro protagonisti d’eccezione:

il fotografo Andrea Jemolo (13 aprile) che proporrà una riflessione su cosa significhi fotografare la città, l’architettura, la memoria;

l’archeologo Emanuele Greco (11 maggio) che esplorerà il contesto archeologico in cui sono state realizzate le immagini del fotografo ceco;

il geografo Franco Farinelli (8 giugno) che indagherà sull’attualità del mito e sul carattere “mitologico” della fotografia di Koudelka;

l’archeologo Simone Foresta (6 luglio) che descriverà quanto la fotografia contribuisca a costruire il sentimento per l’antico: bellezza e sconcerto, ordine e caos, stupore e inquietudine.



AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com