Mostra JAPAN. BODY PERFORM LIVE Resistenza e resilienza nell’arte contemporanea giapponese - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 23/11/2022 Aggiornato il 23/11/2022
Dal al
Milano (MI)
Regione: Lombardia
Luogo: PAC Padiglione d’Arte Contemporanea, via Palestro 14
Telefono: 02/88446359
Orari di apertura: 10-19,30; giovedì 10- 22,30. Lunedì chiuso
Costo: 10 euro; ridotto 8 euro
Dove acquistare: www.vivaticket.it
Sito web: www.pacmilano.it
Organizzatore: PAC insieme a Silvana Editoriale
Note:
Il PAC di Milano continua la sua esplorazione dei continenti attraverso la scena contemporanea. La mostra propone diverse forme d’espressione d’arte contemporanea provenienti dal Giappone dopo il 2000, concentrandosi in particolare sulle tendenze che coinvolgono i corpi degli artisti, tra azioni e dinamiche performative.

Riflettendo in modo critico sulle relazioni fra le espressioni corporee dinamiche e la società, l’ambiente, la materialità e la tecnologia, la mostra offre uno spaccato sulla vita e la morte, sul senso di urgenza inerente la politica dell’identità immaginata dagli artisti giapponesi contemporanei, e su come lo spirito politico sociale di un’epoca sia stato rivelato attraverso le pratiche artistiche.

Spaziando dalla pittura al disegno, dalla scultura alla fotografia, al video, ai tessuti (ricami), fino all’installazione site-specific e alla video installazione, la mostra contestualizza le pratiche portate avanti dagli artisti nella genealogia delle espressioni d’avanguardia del Giappone del dopoguerra, o nel recente passato, generando dialoghi a più livelli tra le opere esposte.

In linea con la mission del PAC, che mira a decostruire i pregiudizi e a promuovere nuove visioni attraverso l’arte contemporanea, la mostra mette in luce la situazione politico sociale del Giappone di oggi attraverso i lavori di diciassette artisti: nove donne, sette uomini e un collettivo, alcuni per la prima volta a Milano, nati tra il 1924 e il 1987, fra loro anche alcuni membri dell’Associazione d’Arte Gutai che ha avuto un ruolo storicamente significativo.

In particolare, il parterre che si affaccia sul parco accoglie le installazioni site-specific di due artisti: Kishio Suga, uno degli artisti “Mono-ha”, e Yuko Mohri, artista di fama internazionale degli anni 2000.

La balconata al primo piano ospita una lunga installazione di carta, dal titolo “here (qui), you (tu), hear (senti)”, di Ami Yamasaki, “artista della voce” che terrà una performance vocale in occasione dell’inaugurazione. A tal proposito, in programma anche due performance live: oltre a quella di Ami Yamasaki il 21 novembre, durante l’inaugurazione, a gennaio ci sarà quella dell’artista Fuyuki Yamakawa.

La Project Room presenta invece il lavoro di Igort, fumettista di fama internazionale, ma anche illustratore, sceneggiatore, musicista e regista. Realizzata in collaborazione con L’Altro Giappone e GiapponeTVB, la Project Room dal titolo “Il Muschio e la Carne. Anatomia dei sensi nel Giappone di Igort” guiderà il pubblico nell’universo culturale nipponico attraverso le opere illustrate dell’artista.

Un ricco programma di attività ispirato alle opere esposte introdurrà adulti e bambini all’arte e alla cultura giapponesi attraverso laboratori per famiglie, visite guidate settimanali gratuite, conferenze e proiezioni.

La mostra è a cura di Shihoko Ilda e Diego Sileo.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com