Mostra Jan Fabre. Ecstasy & Oracles - Monreale

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 24/07/2018 Aggiornato il 25/07/2018

Due splendide città siciliane, Agrigento e Monreale, ospitano l'esposizione dedicata a Jan Fabre, artista visivo, ideatore teatrale e autore fiammingo, che presenta una serie di lavori sia noti sia inediti lungo un percorso straordinario tra siti archeologici, luoghi di culto, monumenti e biblioteche. La mostra, curata da Joanna De Vos e Melania Rossi in continuo dialogo con il maestro Jan Fabre, è tra i Manifesta 12/CollateralEvents e si inserisce nel cartellone di eventi di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018. Sono esposti più di cinquanta lavori realizzati da Jan Fabre tra il 1982 e il 2018: serie di disegni a matita e penna bic; sculture in diversi materiali, dalla cera al bronzo; film che documentano performance e mosaici realizzati con preziose ma solide e cangianti corazze di scarabei. L'esposizione si sviluppa in sinergia con luoghi di eccezionale valore storico e artistico: il Parco della Valle dei Templi e la città di Agrigento, Monreale e gli spazi del complesso monumentale della Cattedrale. Si instaura così una relazione tra l'arte greca dei templi, i mosaici bizantini e il vocabolario visuale personale di Fabre. A Monreale in particolare, l'artista rappresenta il ciclo continuo della vita, morte e rinascita utilizzando lo scarabeo gioiello, animale sacro e simbolo della resurrezione per moltissime civiltà antiche. Nell'ex Dormitorio dei Benedettini, adiacente alla Cattedrale di Monreale, una particolare selezione di mosaici monumentali realizzati con corazze cangianti di scarabeo gioiello dal titolo "Vanitas vanitatum omnia vanitas" (2016), richiama alle tessere lucenti dei mosaici bizantini che decorano l'interno della Cattedrale. Nel Chiostro di Santa Maria Nuova svettano i tre scarabei in bronzo che portano sul dorso rispettivamente una croce latina, un albero di alloro e un bastone vescovile. All'interno della Cattedrale di Santa Maria Nuova, nella Cappella di San Benedetto (aperta al pubblico per tutta la durata dell'esposizione), è collocato "L'uomo che porta la croce" (2015), scultura in bronzo a grandezza naturale che ritrae l'artista mentre tiene in bilico una croce di quattro metri sul palmo della mano.  Il progetto è organizzato da MondoMostre e promosso dalla Regione Siciliana, Assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, Dipartimento dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana, Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali di Palermo, Polo Culturale di Agrigento, in collaborazione con la Città di Palermo, l’Arcidiocesi di Monreale, il Comune di Monreale, il Comune di Agrigento e l’Arcidiocesi di Agrigento.

Dal al
Monreale (PA)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Sicilia
Luogo: Cattedrale di Santa Maria Nuova di Monreale, piazza Guglielmo II; Chiostro di Santa Maria Nuova e ex Dormitorio dei Benedettini
Telefono: 091/6404413
Orari di apertura: 8,30-12,30; 14,30-16,45; domenica 8-9,15; 14,30-16,45. Chiostro 9-18,30; festivi 9-13
Costo: 3 euro, Chiostro ed ex Dormitorio della Cattedrale di Monreale
Jan Fabre. Ecstasy & Oracles
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com