Mostra Italia 1920-1945. La collezione Giuseppe Iannaccone - Bergamo

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 11/05/2017 Aggiornato il 11/05/2017

Opere d'arte italiana tra le due guerre provenienti dalla Collezione Giuseppe Iannaccone: l'esposizione presenta più di settanta capolavori di grandi artisti che vanno da de Pisis a Guttuso, da Sassu a Vedova. La mostra, diretta da Angelo Piazzoli, segretario generale della Fondazione Creberg, e curata da Rischa Paterlini e Paola Silvia Ubiali, si apre con opere di Fausto Pirandello e si articola poi in nuclei tematici che raggruppano opere di artisti che hanno gravitato attorno a scuole e movimenti o che semplicemente hanno condiviso momenti ed esperienze, accomunati da affini sensibilità. Si inizia con l’intera sala del piano terra dedicata alle opere di Renato Birolli, pittore dell’utopia e della realtà e si incontrano poi, salendo le scale, le opere di Aligi Sassu, in cui la pittura, già dai primi anni trenta, ha per fondamento l’espressionismo del colore. Il percorso prosegue con un focus su Filippo de Pisis e Ottone Rosai, lontani entrambi dai canoni artistici ufficiali. Si incontrano i lavori di Tullio Garbari, Jessie Boswell, Gigi Chessa, Nicola Galante, Carlo Levi, Francesco Menzio, Angelo Del Bon, Francesco De Rocchi, Umberto Lilloni, Mario Mafai, Antonietta Raphael e Scipione, Renato Guttuso e Alberto Zivieri fino ad arrivare a Emilio Vedova che con l'opere del 1942 "Il Caffeuccio" chiude la mostra.

Dal all'
Bergamo (BG)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Lombardia
Luogo: Palazzo Storico del Credito Bergamasco, Salone principale, Loggiato e Sala Consiglio, largo Porta Nuova 2
Telefono: 035/393230; Sito: www.fondazionecreberg.it
Orari di apertura: 8,20-13,20; 14,50-15,50. Sabato e domenica visite guidate
Costo: Ingresso libero
Italia 1920-1945. La collezione Giuseppe Iannaccone
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com