Mostra Ipercorpo. Festival internazionale delle arti dal vivo. La pratica quotidana - Forlì

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 23/05/2019 Aggiornato il 24/05/2019
Dal al
Forlì (FO)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Oratorio di San Sebastiano, via Maurizio Bufalini
Telefono: 320/8019226
Orari di apertura: 19-24
Costo: 5 euro; danza e teatro 10 euro
Dove acquistare: www.ipercorpo.it
Sito web: www.ipercorpo.it
Organizzatore: Associazione Culturale Città di Ebla
Note:
Ipercorpo, festival internazionale delle arti dal vivo, dedica una sezione speciale alle arti visive che accoglie al suo interno e svilupppa il tema di questa XVI edizione, "La pratica quotidiana".
Sono invitati a esporre sei artisti: Bekhbaatar Enkhtur, Marta Mancini, Gabriele Picco, Federico Pietrella, Nazzarena Poli Maramotti, Alessandro Sarra, i cui interventi sono affidati alla curatela di Davide Ferri.

La sezione arte del festival non propone una vera e propria mostra, ma si articola in uno spazio di lavoro quotidiano, dove le opere site specific degli artisti costituiscono una specie di controcanto ad alcuni momenti dialogici: tra gli artisti, presenti all’interno dello spazio per tutta la durata del festival, e tra gli artisti e il pubblico, invitato ad una lunga e continua frequentazione dello spazio.

La sezione include i lavori di Federico Pietrella, veri e propri “racconti del tempo”, in cui l’artista traduce in pittura immagini che appartengono alla quotidianità e al tranquillo svolgersi della vita famigliare.
I dipinti di Nazzarena Poli Maramotti, attraversati da forze e movimenti che preludono a diverse potenzialità dell’immagine, a paesaggi che possono facilmente orientarsi verso l’astrazione.

I lavori di Alessandro Sarra, che nascono per via di stratificazioni successive e in cui l’ultima velatura conserva le tracce, rilanciandole in superficie, di quelle che l’hanno preceduta.
I disegni di Gabriele Picco, realizzati in un modo rapido e dimesso che nel tempo, sin dagli esordi dell’artista, non è mai mutato, con figure al limite della caricatura che tendono sempre all’autoritratto.

I dipinti di Marta Mancini, percorsi da un ritmo sincopato di tratti spessi.
Un’installazione, infine, di Bekhbaatar Enkhtur, capace di abitare lo spazio con progressive espansioni e attraverso l’utilizzo di materiali trovati, di recupero (sedie, assi di legno, bancali, imballi...) e figure di animali.

Il Festival Internazionale delle arti dal vivo ha in programma anche teatro, danza e video danza, musica con attività in sedi diverse nel centro di Forlì:
Chiesa di San Giacomo Piazza Guido da Montefeltro 12 - Oratorio di San Sebastiano, via Maurizio Bufalini - Teatro Diego Fabbri, Corso A. Diaz, 47 - Palazzina di EXATR via Ugo Bassi 16.

Il programma di Ipercorpo 2019 è curato per teatro e la danza da Mara Serina e Claudio Angelini con la collaborazione di Valentina Bravetti; per l’arte da Davide Ferri con l’assistenza curatoriale di Francesca Bertazzoni e da Davide Fabbri ed Elisa Gandini per la musica.

Il progetto è curato da Città di Ebla con il contributo di MIBACT - Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Regione Emilia-Romagna, Comune di Forlì, ATRIUM- Rotta culturale europea, Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì e in collaborazione con Accademia Perduta/Teatro Diego Fabbri-Stagioni di Contemporaneo e Ipercorpo Family, Romagna Acque – Società delle Fonti, Diagonal Loft Club.



Ipercorpo. Festival internazionale delle arti dal vivo. La pratica quotidana
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com