Mostra Io guardo ancora il cielo. Federico Faruffini - Arcore

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 24/02/2021 Aggiornato il 28/04/2021
Dal al
Arcore (MB)
ATTENZIONE
Le mostre possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è preferibile verificare direttamente con gli organizzatori o sul sito, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Villa Borromeo d’Adda, largo Vincenzo Vela 1
Telefono: 039/60171
Orari di apertura: 15-18 venerdì, sabato e domenica. Prenotazione obbligatoria sul sito Ville Aperte - Eventi
Costo: 10 euro; ridotto 8 euro
Dove acquistare: www.associazioneheart.it
Sito web: www.comune.arcore.mb.it; www.associazioneheart.it
Organizzatore: Ponte 43 con il supporto di heart – pulsazioni culturali
Note:
Federico Faruffini (Sesto San Giovanni,1833 – Perugia, 1869), pittore, incisore e fotografo, è uno degli artisti più straordinari dell’Ottocento italiano, genio irregolare e tormentato, figura chiave nel superamento dei canoni romantici e accademici che ancora ingombravano la scena artistica lombarda alla metà del XIX secolo.

La mostra racconta, in un percorso coinvolgente, dalla narrazione profondamente “emozionale", la personalità e la ricerca di Faruffini attraverso un’ampia serie di capolavori corredati da un ricco apparato di schizzi, lettere, ricordi personali che restituiscono la complessità e l’originalità di questa figura tanto complessa e sfaccettata.

Più di sessanta opere, tra dipinti a olio, acquerelli, disegni, incisioni e fotografie originali, accompagnate da numerose lettere e documentazione d’epoca, provenienti da importanti collezioni private di tutta Italia, formano un percorso narrativo che, con un occhio di riguardo alla didattica, saprà coinvolgere anche un pubblico di non esperti.

In occasione dell’esposizione l’artista Enrica Borghi realizzerà un’installazione in omaggio a Federico Faruffini, dedicata all’opera La Toeletta antica. Il lavoro sarà esposto al primo piano di Villa Borromeo d’Adda, con altri lavori della Borghi, per tutta la durata della mostra, in un dialogo suggestivo tra passato e presente.

La mostra è curata da Simona Bartolena con la collaborazione di Anna Finocchi.


Io guardo ancora il cielo. Federico Faruffini
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com