Mostra Installazione di Emilio Ferro per il progetto Cannubi on Fire - Barolo

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 14/01/2021 Aggiornato il 14/01/2021
Dal al
Barolo (CN)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Piemonte
Luogo: L’’Astemia Pentita", cantina vitivinicola, via Crosia 40
Telefono: 0173/560501
Orari di apertura: 11-19,30 tutti i giorni. Visita cantina solo su prenotazione: visit@astemiapentita.it
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.astemiapentita.it
Organizzatore: L’’Astemia Pentita"
Note:
L’Astemia Pentita, la cantina vitivinicola dall’anima pop e dall’estetica visionaria, celebra la riapertura dei propri spazi al pubblico con il progetto "Cannubi on Fire". L’installazione site specific dell’artista langarolo Emilio Ferro (1988) illuminerà per tutto l’inverno le vigne intorno alla cantina, fino a sabato 20 marzo, equinozio di primavera.

Nei giorni più bui e freddi dell’anno, come saette cadute dal cielo, 30 aste luminose, alte oltre 5 metri fuori terra, trafiggono il terreno delle colline, richiamando il rituale dei viticoltori che ancora oggi, per salvare i vigneti dalle improvvise gelate primaverili, accendono piccoli fuochi tra i filari.
Laluce si fa interprete del ruolo del fuoco, il mantello dell’uomo sulla terra vitificata, l’impegno nella cura del territorio, lo sforzo mai stanco di integrazione con la natura.

Nelle Langhe, la regolarità delle vigne è un elemento antropico protagonista del paesaggio. L’installazione di Emilio Ferro ne interrompe il ritmo ordinato, per restituire, attraverso l’arte e la luce, un’armonia visiva inattesa.
L’opera si pone come riflessione sul concetto di luce e calore. Illumina in modo silenzioso lo spazio tra un filare e l’altro per non disturbare il sacro riposo delle viti.


Installazione di Emilio Ferro per il progetto Cannubi on Fire
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com