Mostra IN DOMUM - Matelica

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 25/05/2020 Aggiornato il 07/07/2020
Dal al
Matelica (MC)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Marche
Luogo: Palazzo Ottoni, piazza Enrico Mattei 1
Telefono: 0737/781811
Orari di apertura: 24 ore su 24
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.comune.matelica.mc.it/; www.turismo.comune.matelica.mc.it/monumenti-cms/palazzo-ottoni/
Organizzatore: Associazione Amici di Palazzo Buonaccorsi e delle Istituzioni Culturali del Territorio
Note:
Il progetto "In Domum" dell’artista Adinda-Putri Palma (Matelica 1986) è uno dei sette progetti vincitori del bando nazionale “Per chi crea”, promosso dal Mibact e gestito da Siae, presentato dall’Associazione Amici di Palazzo Buonaccorsi di Macerata.

Il progetto consiste in un’installazione ambientale, un volume ad arco autoportante (H.3,60 x L. 3m P.1m) che sovrasta un’apertura percorribile, costituita da una combinazione di materiali della bioedilizia come legno e paglia e materiali di rivestimento pittorico industriali come smalti e resine innovative.

L’artista ha visitato i musei marchigiani in cui sono conservati i dipinti del grande artista veneto Lorenzo Lotto e ha svolto una ricerca cromatica “lottesca”, con cui ha creato un campionario utile alla propria composizione pittorica.
L'Annunciazione di Lotto è una delle opere che ha ispirato lo studio per la parte pittorica dell'istallazione, mentre per la parte architettonica l’artista ha tenuto come riferimento le esperienze del Bauhaus (casa del costruire) e delle avanguardie storiche.

Il progetto è un potente dispositivo per innescare una seria riflessione sul «costruire» e l’«abitare», ma anche sulle risposte che l’arte può dare per far fronte a situazioni traumatiche, dunque come risorsa ad alto potenziale di resilienza da custodire e coltivare.

L'opera esposta a Palazzo Ottoni a Matelica, sarà in seguito ospitata dal Comune di Recanati e poi farà tappa anche in altre città marchigiane.
IN DOMUM
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com