Mostra Il sorpasso. Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961 - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 11/10/2018 Aggiornato il 05/12/2018

Dalla dura ricostruzione del paese dopo la devastazione della seconda guerra mondiale al clamoroso boom economico degli anni '60, questo è il periodo storico raccontato nella grande mostra fotografica. 

Dal al
Roma (RM)
Regione: Lazio
Luogo: Museo di Roma, piazza Navona 2; piazza San Pantaleo 10
Telefono: 06/0608
Orari di apertura: 10-19. Lunedì chiuso
Costo: 7 euro; ridotto 5 euro
Note:
15 anni in cui un paese distrutto e stremato è riuscito a superare i traumi della guerra dando vita a un tumultuoso sviluppo economico e sociale ammirato nel mondo intero. Sono esposte immagini dell’epoca, provenienti da straordinari archivi, tra cui molte scattate da sconosciuti fotografi di agenzia, ma capaci di rappresentare in modo vivace, acuto e preciso le diverse realtà del paese, e altre scattate da firme molto note della fotografia contemporanea, come Gianni Berengo Gardin, Fulvio Roiter, Cecilia Mangini, Federico Patellani, Caio Mario Garrubba, Pepi Merisio, Wanda Wultz, Tazio Secchiaroli, Ferruccio Leiss, Romano Cagnoni, Walter Mori, Bruno Munari, Italo Insolera, Italo Zannier, e tra gli stranieri i grandi Willian Klein, Alfred Eisenstaedt, Gordon Parks. La mostra è suddivisa in dieci sezioni tematiche che oltre a presentare 160 scatti fotografici offrono anche delle spettacolari video-installazioni realizzate con filmati dell'Archivio storico Luce.

La mostra, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, co-prodotta con l’Istituto Luce-Cinecittà e organizzata in collaborazione con Zètema progetto Cultura, è curata da Enrico Menduni e Gabriele D’Autilia. Alla realizzazione hanno collaborato il Comune di Parma e il CSAC Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.