Mostra Il Regime dell’Arte - Cremona

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 17/09/2018 Aggiornato il 05/12/2018

Il percorso espositivo, a cura di Vittorio Sgarbi e Rodolfo Bona, ripercorre la vicenda storica del Premio Cremona, il concorso voluto da Roberto Farinacci nel 1939 con l'obiettivo di sostenere l'idea dell'arte come celebrazione dei valori e delle imprese del fascismo, a sostegno delle esigenze di propaganda ideologica del regime. 

Dal al
Cremona (CR)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Lombardia
Luogo: Museo Civico Ala Ponzone, via Ugolani Dati 4
Telefono: 0372/407770
Orari di apertura: 10-17. Lunedì chiuso
Costo: 10 euro; ridotto 8 euro. Prima domenica del mese per tutti 3 euro
Dove acquistare: http://www.musei.comune.cremona.it/
Sito web: http://www.musei.comune.cremona.it/PostCE-display-ceid-64.phtml
Organizzatore: Vittorio Sgarbi, Rodolfo Bona
Note:
La mostra ospita una selezione di opere presentate nel corso delle tre edizioni del premio (1939-1941), grazie alle quali si affrontano le ragioni della politica artistica di Farinacci e gli esiti figurativi della rassegna, un percorso che permette di comprendere la trasformazione del linguaggio figurativo tra tradizione naturalistica, eredità delle avanguardie e metamorfosi del Novecento. Sono esposte per la prima volta le opere dei numerosi autori che vi hanno partecipato tra i quali Mario Biazzi, Giuseppe Moroni, Biagio Mercadante, Gian Giacomo Dal Forno, Remigio Schmitzer, Piero Gaudenzi, Donato Frisia, Luciano Ricchetti, Evaristo Zambelli, Mario Beltrami e Gaudenzio Ferrari. Emergono così le principali linee di tendenza artistica che confluivano nella manifestazione e la "funzione sociale" che il fascismo intendeva assegnare all'artista. Il progetto è di Contemplazioni promosso dal Comune di Cremona.
Il Regime dell’Arte
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com