Mostra Il Quattrocento a Fermo. Tradizione e avanguardie da Nicola di Ulisse a Carlo Crivelli - Fermo

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 24/06/2018 Aggiornato il 19/07/2018

La mostra, a cura di Alessandro Marchi con Giulia Spina, si propone di raccontare un tratto di storia artistica della città di Fermo perduto nell'oblio del tempo. La città di Fermo ebbe nel Quattrocento grande rilievo dal punto di vista politico e artistico, con l’arrivo di maestri e preziosi manufatti dall’Italia centrale, da Venezia e dal Nord Europa che influenzarono moltissimo gli artisti locali. Cinque le sezioni che compongono il percorso espositivo tra capolavori di pittura, scultura, ceramica, oreficerie, tessuti e miniature: Fermo 1442: Nicola di Ulisse da Siena al Girfalco; Rinascimento ed Antico: toscani, veneti, tedeschi e fiamminghi dalle coste all'Appennino; Pittori tardogotici alla metà del Quattrocento: Marino Angeli, Pierpalma e Lorenzo da Fermo; Fermo 1468-1679: la città di Carlo e Vittore Crivelli e Dalle chiese e dai castelli: miniature, oreficerie, tessuti e ceramiche. Dal 5 luglio il percorso espositivo sarà arricchito da quattro nuove opere, rendendo l’esposizione ancora più interessante e ricca. Nello specifico entrano in mostra: la "Battaglia tra ginesini e fermani" di Nicola di Ulisse da Siena dalla Pinacoteca di San Ginesio, due  opere di Fra Marino Angeli, il "San Francesco e San Michele Arcangelo ricevono le stimmate" in prestito dal Comune di Falerone e il "Trittico" dalla Galleria Nazionale delle Marche e Urbino; infine la "Madonna che allatta il Bambino di Pierpalma da Fermo" dalla Pinacoteca di San Ginesio. La mostra fa parte del progetto di valorizzazione del patrimonio culturale regionale “Mostrare le Marche”, attuato in sinergia con la Prelatura Territoriale di Loreto, il Comune di Macerata, il Comune di Ascoli Piceno, il Comune di Fermo, il Comune di Fabriano e il Comune di Matelica. Alla mostra è stata conferita la Medaglia del Presidente della Repubblica, ed è promossa dalla Regione Marche, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, da Anci Marche e dal Comune di Fermo, con la collaborazione di Arcidiocesi di Fermo e Musei di Fermo, con il contributo di Camera di Commercio di Fermo e Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo. Organizzata dalla Società Sistema Museo.

Dal al
Fermo (FM)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Marche
Luogo: Chiesa di San Filippo, corso Cavour 72
Telefono: 0734/217140; 223365; Siti: www.sistemamuseo.it; www.turismo.marche.it
Orari di apertura: 10,30-13; 14,30-19. Lunedì chiuso
Costo: 8 euro; ridotto 6 euro
Il Quattrocento a Fermo. Tradizione e avanguardie da Nicola di Ulisse a Carlo Crivelli
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com