Mostra Il Mantello di Arlecchino 2023 – Seconda Edizione - Bergamo

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 30/05/2023 Aggiornato il 31/05/2023
-
Bergamo
Regione: Lombardia
Luogo: Palazzo dell'ex Centrale Telefonica di via Tasso
Telefono: 340/0510214
Orari di apertura: 24 ore su 24
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: Ingresso libero
Sito web: www.mantellodiarlecchino.it
Organizzatore: TTB Teatro Tascabiie di Bergamo Accademia delle Forme Sceniche
Note:
Inserito tra le iniziative di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023, nel mese di giugno entra nel vivo della sua progettualità la seconda edizione de “Il Mantello di Arlecchino” un progetto di teatro e arte visuale che si sviluppa grazie a un processo di partecipazione che coinvolge attivamente la cittadinanza.

Sono infatti gli abitanti di Bergamo e di Brescia, donando le loro camicie o le loro magliette, a contribuire alla realizzazione dell’opera Waves in Bergamo – Brescia dell’artista finlandese Kaarina Kaikkonen e ancora diventando parte della “tifoseria artistica” nello spettacolo “La Partida” della coreografa catalana Vero Cendoya, che vedrà in campo la storica rivalità tra Bergamo e Brescia.

Il Palazzo dell’Ex Centrale Telefonica presta la sua facciata per farla diventare sede di “Waves of Life”, installazione artistica realizzata con il contributo dei cittadini di Bergamo che nei mesi scorsi, attraverso una “raccolta porta a porta”, hanno donato camicie vecchie e nuove, di vari colori e tessuti.

La facciata del Palazzo si presenta colma di storie, camicie appese alla sua struttura a formare una catena di ricordi e relazioni, simbolo dello scorrere della vita, del tempo, del suo continuo fluire da una dimensione intima a una più estesa.

Il 24 giugno la Coreografa Vero Cendoya presenta invece, “La Partida”, uno spettacolo che prende come spunto il campanilismo e lo spirito di rivalità storico tra Bergamo e Brescia, che ha avuto il suo apice sugli spalti durante i derby calcistici tra Atalanta e Brescia.

Lo spettacolo partecipato coinvolge cinque danzatrici e cinque veri calciatori per disputare, in un campo da calcio, una performance ad alto tasso di humour e divertimento che mescola il calcio, la musica e la danza.  
Per l’occasione sarà allenata una “tifoseria artistica” composta da cittadini, artisti e sportivi dei quartieri.

Il Mantello di Arlecchino è un progetto ideato dal TTB Teatro tascabile di Bergamo - Accademia delle Forme Sceniche, realizzato con il contributo dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Bergamo, in collaborazione con le Reti di Quartiere, condiviso con HG80 impresa sociale, finanziato dal Bando Capitale della Cultura 2023 di Fondazione Cariplo e le Fondazioni delle comunità Bergamasca e Bresciana.
Prevede, per la sua seconda edizione, l’allargamento del programma alla città di Brescia in collaborazione con Circuito CLAPS, in qualità di partner bresciano.

La Cultura come cura è l’ambito tematico in cui si inserisce il progetto: un processo artistico partecipato che ha lo scopo di realizzare situazioni d’interazione e scambio tra gli abitanti di alcuni quartieri delle due città, attraverso l’opera degli artisti internazionali coinvolti.

Il titolo del progetto fa riferimento al costume di Arlecchino, che mischia, annoda, intreccia e ricuce brandelli di stoffa vecchi e nuovi.
Una confusione di stoffe e di colori che è frutto di incroci di storie, di lingue, culture e saperi ma che è anche frutto di strappi dolorosi e di nuove cuciture. Dunque una maniera, attraverso l’arte, di riallacciare relazioni, di rammendare il tessuto sociale delle due comunità.

Dida: Mantello di Arlecchino 2023 Maurizio Romano.
Il Mantello di Arlecchino 2023 – Seconda Edizione
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com