Mostra Il Leone e la Montagna. Scavi italiani in Sudan - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 15/10/2019 Aggiornato il 15/10/2019
Dal al
Roma (RM)
Regione: Lazio
Luogo: Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, corso Vittorio Emanuele II, 166/A
Telefono: 06/0608
Orari di apertura: 9-19 tutti i giorni
Costo: Ingresso libero
Note:
In esposizione reperti che lasciano il Sudan per la prima volta e che provengono dallo scavo dell’antica città di Napata, uno dei più importanti siti archeologici dell’intero paese.

Gli oggetti accompagnano il visitatore alla scoperta di un mondo ancora poco noto e di una cultura che fa da ponte tra Africa, Egitto e Mediterraneo.

Il Museo Barracco è formato da una prestigiosa collezione di sculture antiche - arte assira, egizia, cipriota, fenicia, etrusca, greca-romana - che Giovanni Barracco, ricco gentiluomo calabrese, donò al Comune di Roma nel 1904.

Il Barone Barracco aveva dedicato la sua vita alla raccolta dei reperti, sia acquistandoli sul mercato antiquario sia recuperandoli dagli scavi che sul finire dell’ottocento segnarono le trasformazioni urbanistiche di Roma Capitale.

Per ospitare la collezione fu costruita un’apposita palazzina neoclassica che però andò distrutta con i lavori per l’allargamento di Corso Vittorio. Solo a partire dal 1948 la collezione poté essere riordinata nella “Farnesina ai Baullari”, edificio eretto nel 1516 su progetto di Antonio da Sangallo il Giovane.
Il Leone e la Montagna. Scavi italiani in Sudan
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com