Mostra Il Custode dell’orto XVI secolo – Loris Cecchini XXI secolo - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 21/04/2022 Aggiornato il 21/04/2022
Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Lombardia
Luogo: Galleria Canesso, via Borgonuovo 24
Telefono: 02/91555544
Orari di apertura: 14-18 da lunedì a venerdì o su appuntamento, scrivendo a: info@galleriacanesso.art
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.canesso.art
Organizzatore: Galleria Canesso Milano e Galleria Continua
Note:
Galleria Canesso ospita una rara scultura realizzata in Lombardia tra la fine del Cinquecento e l’inizio del Seicento, nell’ambito del mondo di Arcimboldo. Accanto ad essa verranno allestite quattro installazioni site-specific dell’artista contemporaneo Loris Cecchini.

Alta quasi due metri, la sorprendente scultura del Custode dell’orto è un caso molto raro di trasposizione in pietra dello stile del pittore milanese Giuseppe Arcimboldo (1526-1593), l’opera di uno scultore lombardo la cui identità è ancora avvolta nel mistero.

Nato circa quattro secoli fa per difendere simbolicamente un parco privato, il Custode dell’orto sarà circondato da quattro opere dell’artista milanese contemporaneo Loris Cecchini che, come rami metallici, daranno vita a un giardino contemporaneo protetto dall’antico guardiano.

La potenza del colosso di pietra esprime con insuperabile efficacia l’unione tra l’uomo e la natura e, allo stesso tempo, il ruolo tutelare che noi umani dobbiamo avere nei confronti dell’ambiente.

Le opere di due scultori milanesi, a distanza di cinque secoli, trasmettono un messaggio comune e fondamentale. II giardino è anche il luogo dove si osserva e studia la natura nei suoi processi organici di crescita e mutamento.

Proprio le forme del divenire organico, regolate da leggi più forti di quelle della razionalità umana, sono alla base del lavoro di Cecchini. Le sue ultime ricerche sono infatti indirizzate a strutture reticolari e conformazioni molecolari che costituiscono la struttura di base di piante e minerali. Da qui nascono affascinanti elementi modulari che aggregandosi e proliferando danno vita a strutture complesse.

Il Custode dell’orto XVI secolo – Loris Cecchini XXI secolo
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com