Mostra Guerra illustrata, guerra vissuta. La Grande Guerra a Bologna tra storia e memoria - Bologna

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 14/01/2019 Aggiornato il 14/01/2019
Dal al
Bologna (BO)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Emilia Romagna
Luogo: Museo civico del Risorgimento, piazza Carducci 5
Telefono: 051/347592; 051/225583
Orari di apertura: 9-13 da martedì a venerdì; sabato, domenica e festivi 9-14. Lunedì chiuso
Costo: 5 euro; ridotto 3 euro; libero ogni prima domenica del mese
Dove acquistare: www.museibologna.it/risorgimento
Sito web: www.museibologna.it/risorgimento
Organizzatore: Museo civico di Risorgimento | Istituzione Bologna Musei
Note:
A cento anni dalla fine del primo conflitto mondiale, la mostra presenta i risultati del progetto "La Grande Guerra a Bologna tra Storia e Memoria" finalizzato all’implementazione del portale www.storiaememoriadibologna.it per istituire e rendere accessibile, in forma unitaria, una memoria collettiva, cittadina e nazionale sugli avvenimenti legati al primo conflitto mondiale, con particolare riferimento alla memoria dei caduti bolognesi. L’iniziativa, a cura di Mirtide Gavelli e Roberto Martorelli, intende porsi come un momento di conoscenza e promozione del lavoro di digitalizzazione di fonti documentarie e memorialistiche di diversa natura svolto tra il 2015 e il 2018. In mostra una selezione di manifesti di propaganda dei prestiti nazionali, recentemente restaurati, rievoca ciò che i nostri antenati potevano vedere sui muri di Bologna e delle altre città italiane ed europee: una propaganda multiforme, capillare, perché ogni cittadino senza distinzione di età e condizione sociale, si sentisse “fronte interno” e si comportasse come tale, contribuendo, secondo le sue possibilità, alla vittoria finale. Nelle vetrine sono esposti documenti e cimeli originali, documenti e fotografie provenienti da archivi pubblici e privati, documenti dell’Ufficio per notizie alle famiglie dei militari, la grande esperienza prima bolognese poi nazionale di volontariato femminile; i numerosi ritratti dei caduti rinvenuti nel corso dei lavori.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com