Mostra Gradazioni di luce. Geografie di sguardi tra storia e contemporaneità - Forlì

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 15/10/2019 Aggiornato il 15/10/2019
Dal al
Forlì (FO)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Fondazione Dino Zoli, viale Bologna 288
Telefono: 0543/755770; 0543/1917350
Orari di apertura: 9,30-12,30 da martedì a giovedì; 9,30-12,30 e 16,30-19,30 da venerdì a domenica. Lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.fondazionedinozoli.com; www.dz-e.com
Organizzatore: DZ Engineering, Fondazione Dino Zoli
Note:
La mostra presenta le opere realizzate per l’occasione da Alessandra Baldoni, Luca Gilli, Cosmo Laera, Luca Marianaccio, Lucrezia Roda e Pio Tarantini, sei fotografi italiani che si sono fatti portavoce nel mondo della cultura, della storia e della ricchezza dei luoghi che caratterizzano il nostro paese.

Il percorso espositivo comprende anche numerosi pannelli esplicativi che illustrano i siti di interesse sotto il profilo storico-artistico e architettonico, ma anche attraverso gli interventi e i progetti realizzati dalla DZ Engineering.

Nel corso della mostra saranno organizzate tre conversazioni con gli artisti, in programma il sabato pomeriggio alle ore 18: 16 novembre 2019, conversazione con Cosmo Laera e Pio Tarantini; 14 dicembre 2019, conversazione con Alessandra Baldoni e Luca Gilli; 11 gennaio 2020, conversazione con Luca Marianaccio e Lucrezia Roda.

La mostra, promossa da DZ Engineering e Fondazione Dino Zoli, è curata da Gigliola Foschi e Nadia Stefanel.
Per informazioni: DZ Engineering (tel. 0543/1917350, www.dz-e.com) e Fondazione Dino Zoli (tel. 0543/755770, www.fondazionedinozoli.com).
Gradazioni di luce. Geografie di sguardi tra storia e contemporaneità
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com