Mostra Gli Animali nell’Arte dal Rinascimento a Ceruti - Brescia

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 02/12/2018 Aggiornato il 17/03/2019
Dal al
Brescia (BS)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Palazzo Martinengo, via dei Musei 30
Telefono: 327/3339846
Orari di apertura: 9-17,30; sabato e domenica 10-20
Costo: 12 euro; ridotto 10 euro
Dove acquistare: www.animalinellarte.it
Sito web: www.animalinellarte.it
Organizzatore: Associazione Amici di Palazzo Martinengo
Note:
Ottanta capolavori documentano come la rappresentazione degli animali ha trovato ampia diffusione nell'arte tra XVI e XVIII secolo. La mostra, curata da Davide Dotti, consenteal visitatore di comprendere come l'animale abbia da sempre avuto un ruolo fondamentale nella grande pittura antica. Infatti, i più grandi maestri del Rinascimento, del Barocco e dell’Età dei Lumi, da Raffaello a Caravaggio, da Guercino a Tiepolo fino a Ceruti, hanno spesso dipinto animali sia in rappresentazioni autonome che in compagnia dell’uomo, soprattutto in occasione di commissioni ufficiali da parte di nobili e aristocratici. Il percorso espositivo è suddiviso in dieci sezioni che raccontano la presenza dell'animale nella pittura a soggetto sacro e mitologico, mettendo in evidenza le simbologie e i significati ad esso connessi, per poi addentrarsi in sale tematiche dedicate a cani, gatti, uccelli, pesci, rettili e animali della fattoria, spesso raffigurati in compagnia dell'uomo. Nell'ultima stanza, invece, sono protagonisti gli animali esotici, come scimmie, pappagalli, dromedari, leoni, tigri, elefanti, struzzi, e fantastici, figli cioè della fervida vena creativa degli artisti. Tra le opere di Guercino, Ceruti, Bachiacca, Grechetto, Campi, Cavalier d'Arpino, Giordano e Duranti che giungono a Brescia da musei, pinacoteche e collezioni private italiane ed estere, sono da segnalare quattro capolavori del Pitocchetto che per la prima volta sono esposti in una mostra pubblica. La mostra è organizzata dall’Associazione Amici di Palazzo Martinengo, col patrocinio della Provincia di Brescia e del Comune di Brescia, in partnership con WWF Italy,
Gli Animali nell’Arte dal Rinascimento a Ceruti
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com