Mostra Gianluigi Colin. Costellazioni familiari. Dialoghi sulla libertà - Parma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 27/09/2019 Aggiornato il 27/09/2019
Dal all'
Parma (PR)
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Palazzo del Governatore, piazza Garibaldi
Telefono: 0521/218035
Orari di apertura: 10-19. Lunedì chiuso
Costo: 10 euro; ridotto 6 euro
Note:
L’esposizione propone un viaggio inedito all'interno della ricerca di Gianluigi Colin, artista visivo, critico e cover editor de La Lettura.
Il percorso espositivo è stato costruito sul dialogo con altri autori: amici innanzitutto, ma soprattutto artisti, fotografi e poeti contigui a Colin per visione e formazione, grandi personalità con cui ha lavorato o che hanno rappresentato per lui un punto di riferimento culturale.

Il progetto nasce dall’idea di illustrare il rapporto tra il lavoro di Gianluigi Colin e quello degli artisti a lui vicini a partire dal confronto con la Scultura d'ombra, potente installazione permanente di Claudio Parmiggiani collocata al secondo piano del Palazzo del Governatore.
Ne deriva una sorta di costellazione, un paesaggio astrale che rivela coincidenze, connessioni, corrispondenze e legami consolidati nel corso dell'intera vita di Colin.

L’allestimento della mostra, curato da Franco Achilli con progetto grafico dello studio Dondina Associati, segue un percorso che si sposa perfettamente con la personalità di Colin, autore capace di muoversi contemporaneamente su differenti piani di scrittura: immagine e parola, ricerca artistica e informazione culturale, invenzioni intorno alla fotografia e complesse installazioni.

La mostra, voluta da Luigi Capitani, presidente e amministratore delegato di Cepim Spa, Interporto di Parma, da sempre vicina all’arte, e con la preziosa collaborazione del Comune di Parma, si inserisce all’interno delle manifestazioni di Anteprima PARMA Capitale Italiana della Cultura 2020.
Gianluigi Colin. Costellazioni familiari. Dialoghi sulla libertà
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com