Mostra Giancarlo Vitali. Time Out - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 05/07/2017 Aggiornato il 05/07/2017

Il grande progetto espositivo dedicato a Giancarlo Vitali (Bellano, 1929) si sviluppa in quattro sedi milanesi, partendo da Palazzo Reale con la prima antologica di un maestro del Novecento italiano e proseguendo al Castello Sforzesco, al Museo di Storia Naturale e alla Casa del Manzoni. Palazzo Reale ospita 200 opere divise in dieci sezioni tematiche che raccontano un viaggio lungo settant'anni, iniziato con i primi dipinti degli anni Quaranta, apprezzati da Carlo Carrà, passando per le opere degli anni Ottanta e Novanta, esaltate da Giovanni Testori, fino all'ultima produzione. Il Castello Sforzesco, che nella Sala Viscontea presenta un'installazione di Velasco Vitali, figlio di Giancarlo, artista egli stesso e curatore della mostra "Time Out", racconta invece il mondo dell'incisione di Giancarlo Vitali, esponendo 150 fogli con un insolito allestimento in orizzontale. Per l'occasione la Sala conferenze Bertarelli espone una preziosa selezione di incisioni provenienti dagli Archivi delle Civiche Raccolte. Il Museo di Storia Naturale propone un focus tematico dedicato a "Le forme del tempo", cioè ai fossili e ai ritrovamenti geologici che costituiscono la collezione museale. Un grande dipinto e 14 disegni di Vitali messi in dialogo con i fossili, consentono un percorso fantasioso fra pittura e natura lombarda. Queste opere sono state realizzate nel 1991 in occasione del centenario della morte dell’Abate Antonio Stoppani, geologo e Direttore del Museo di Storia Naturale dal 1882 al 1891. A Casa del Manzoni l'allestimento è molto suggestivo, curato da Peter Greenaway, il grande regista inglese che condivide con il pittore lombardo la riflessione sui temi della vita e della morte. Il regista reinterpreta qui l'incontro tra Vitali e Manzoni attraverso la "messa in scena" di una Wunderkammer, una raccolta di umili origini che richiama il contenuto dei dipinti, per esempio gli elementi di storia naturale, le apparenze borghesi, l'arredo d'ospedale, suggerendo collegamenti tra realtà e rappresentazione. Per Giancarlo Vitali dipingere è una passione che ha seguito per settant'anni, spaziando dai dipinti ai disegni alle incisioni e la critica l'ha definito "Ultimo pittore".

Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Lombardia
Luogo: Palazzo Reale, piazza Duomo 12, Castello Sforzesco, Museo di Storia Naturale, Casa del Manzoni
Telefono: Siti: www.palazzorealemilano.it; www.giancarlovitali.com; www.archivivitali.org
Orari di apertura: 9,30-19,30; lunedì 14,30-19,30; giovedì e sabato 9,30-22,30
Costo: Ingresso libero a Palazzo Reale, Castello Sforzesco, Museo di Storia Naturale; 5 euro per Casa del Manzoni
Giancarlo Vitali. Time Out
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com