Mostra Ghiglia. Classico e moderno - Viareggio

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 04/07/2018 Aggiornato il 04/07/2018

La mostra monografica dedicata a Oscar Ghiglia (Livorno, 1876 - Firenze, 1945), il più italiano e insieme il più europeo degli artisti italiani d'inizio Novecento, presenta per la prima volta, accanto ai suoi capolavori, una ventina di opere fondamentali che sino a ora non erano mai uscite dai salotti di un collezionista d'eccezione. Formatosi nella Firenze “modernista” delle mostre rivoluzionarie della Promotrice e di Palazzo Corsini, da autodidatta di grande talento Ghiglia si rivela tra i più ricettivi alle nuove istanze cosmopolite, dove classico e moderno si fondono idealmente. A cogliere in anticipo l’essenza di questo doppio registro è Llewelyn Lloyd che definisce l’arte dell’amico “originalissima non somigliante a nessun’altra, che non ha punti di riferimento né con i macchiaioli toscani né con l’impressionismo francese”. Nell’estrema generosità, il giudizio tralascia, però, i poli essenziali di riferimento: Fattori e Cézanne, dei quali Ghiglia ha percepito l’elevata caratura, rapportandovisi come ad un magistero più che come ad un modello. Negli oltre quaranta capolavori in mostra tali radici emergono inequivocabilmente, sebbene il livornese non abbia mai smesso di guardare al di là delle Alpi. L'esposizione è curata da Elisabetta Matteucci.

Dal al
Viareggio (LU)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Toscana
Luogo: Centro Matteucci per l'Arte Moderna, via Gabriele D'Annunzio 28
Telefono: 0584/430614; Sito: www.cemamo.it
Orari di apertura: 17,30-22,30; sabato e domenica 10-13; 17,30-22,30. Lunedì chiuso
Costo: 8 euro; ridotto 5 euro
Ghiglia. Classico e moderno
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com